logo
softwarehouse.it
Classici Greci
Classici Latini
Codici
Fiabe
Filosofia
Gialli
Letteratura Americana
Letteratura Argentina
Letteratura Cubana
Letteratura Francese
Letteratura Inglese
Letteratura Italiana
Letteratura Russa
Letteratura Spagnola
Letteratura Tedesca
Matematica
Poesia
Poesie Portoghesi
Religione
Storie Zen

premium
I libri di Readme su CD
Readme.it in English  Pagina Iniziale Readme.it in English  Home Page

Cerca un' opera

Pagina iniziale
Ricerca
Login
Nuovi autori
Forum
Chi siamo
Mappa del Sito
Guida interattiva


readme.it

Forum

   Tema del mese: "La ricerca della felicità"

04/04/2004
L'esempio della tazza di té non mi convince. Gli uomini non sono tazze. Gli uomini vivono nel tempo, il tempo passa e la felicità passa col tempo e lascia spazio a nuova felicità o a nuova infelicità. E non c'è uno svuotamento volontario, c'è solo il tempo che scorre e porta con sè le emozioni e le trasforma in ricordi. La tazza è immobile e il té che c'è dentro è stagnante: non va da nessuna parte. Il proverbio Zen ha bisogno di un'azione volontaria di "svuotamento" per indicare il passare del tempo. Ma il passare del tempo nella realtà avviene e basta, non lo decide nessuno. Se l'uomo è la tazza e il té è la felicità, quello è un uomo sfortunato perché trattiene la felicità senza assorbirla, senza viverla - o senza berla, se vogliamo rimanere in tema. Il tempo passa e la felicità pure: e questo è l'unico modo per viverla - nel bene e nel male.