Readme.it in English  home page
Readme.it in Italiano  pagina iniziale
readme.it by logo SoftwareHouse.it

Ebook in formato Kindle (mobi) - Kindle File Ebook (mobi)

Formato per Iphone, Ipad e Ebook (epub) - Ipad, Iphone and Ebook reader format (epub)

Versione ebook di Readme.it powered by Softwarehouse.it


AntonioGhislazoni

AIDA

(Operain quattro atti messa in musica da Giuseppe Verdi)

 

 

 

 

Aidasoprano (Schiava etiope)
Radamèstenore (Capitanodelle guardie)
Amnerismezzo-soprano
Amonasrobaritono (Red'Etiopia e padre d'Aida)
Ramfisbasso (Capo dei Sacerdoti)
IlRebasso (Padre d'Amneris)
Sacerdotessasoprano
Unmessaggerotenore
SacerdotiSacerdotesseMinistriSoldatiCapitaniSchiavi e Prigioneri etiopiPopolo egizio ecc.



ATTOPRIMO

SCENA I: Sala nel palazzo del Re a Menfi

(A destra e a sinistrauna colonnata con statue e arbusti infiore. Grande porta nel fondoda cui si scorgono i
i templiipalazzi di Menfi e le Piramidi)

(Radamès e Ramfis)

RAMFIS
Sì:corre voce che l'Etiope ardisca
Sfidarci ancorae del Nilo lavalle
E Tebe minacciar. Fra breve un messo
Recherà ilver.

RADAMÈS
La sacra
Isideconsultasti?

RAMFIS
Ella hanomato
Dell'Egizie falangi
Il condottier supremo.

RADAMÈS
Ohlui felice!

RAMFIS
(con intenzionefissandoRadamès)
Giovane e prode è desso. Ora del Nume
Recoi decreti al Re.
(Esce.)

RADAMÈS
Sequel guerrier
Io fossi!se il mio sogno
S'avverasse!... Unesercito di prodi
Da me guidato... e la vittoria... e il plauso
DiMenfi tutta! E a temia dolce Aida
Tornar di lauricinto...
Dirti: per te ho pugnatoper to ho vinto!
CelesteAidaforma divina.
Mistico serto di luce e fior
Del miopensiero tu sei regina
Tu di mia vita sei lo splendor.
Il tuobel cielo vorrei redarti
Le dolci brezze del patrio suol;
Unregal serta sul crin posarti
Ergerti un trono vicino alsol.
Celeste Aidaforma divina
Mistico raggio di luce e fiorecc.
(Entra Amneris)

AMNERIS
Qualeinsolita gioia
Nel tuo sguardo! Di quale
Nobil fierezza tibalena il volto!
Degna d'invidiaoh! quanto
Saria la donna ilcui bramato aspetto
Tanta luce di gaudio in tedestasse!

RADAMÈS
D'un sognoavventuroso
Si beava il mio cuore. Oggila Diva
Profferse ilnome del guerrier che al campo
Le schiere egizie condurrà...Ah! s'io fossi
A tal onor prescelto.

AMNERIS
Nèun altro sogno mai
Più gentil... più soave
Alcore ti parlò? Non hai tu in Menfi
Desideri...speranze?

RADAMÈS
Io! (Qualeinchiesta!
Forse... l'arcano amore
Scoprì che m'arde incore...)

AMNERIS
(Oh! guai se un altroamore
Ardesse a lui nel core!)

RADAMÈS
(Dellasua schiava il nome
Mi lesse nel pensier!)

AMNERIS
(Guaise il mio sguardo penetra
Questo fatal mister!
Guai se il miosguardoecc.

RADAMÈS
(Forse mi lessenel pensier!)
(vedendo Aida che entra)
Dessa!

AMNERIS
(Eisi turba... e quale
Sguardo rivolse a lei!
Aida!... A merivale
Forse saria costei?)
(volgendosi ad Aida)
Vieniodilettaappressati
Schiava non sei nè ancella
Quidove in dolce fascino
Io ti chiamai sorella...
Piangi? Delletue lacrime
Svela il segreto a me.

AIDA
Ohimè!di guerra fremere
L'atroce grido io sento
Per l'infelicepatria
Per me... per voi pavento.

AMNERIS
Favelliil ver? Nè s'agita
Piùu grave cura in te?
(Tremao rea schiava!)

RADAMÈS
(guardandoAmneris)
(Nel volto a lei balena...)

AMNERIS
(Ah!Tremarea schiavatrema!)

RADAMÈS
(Losdegno ed il sospetto.)

AMNERIS
(Ch'io neltuo cor discenda!)

RADAMÈS
(Guai sel'arcano affetto
A noi leggesse in core!)

AMNERIS
(Tremache il ver m'apprenda
Quel pianto e quel rossor!)

RADAMÈS
(Guaise leggesse in cor!)

AIDA
(Ah! nosulla miapatria
Non geme il cor soltanto;
Quello ch'io verso èpianto
Di sventurato amor!)

RADAMÈS
(nelvolto a lei balena
Lo sdegno ed il sospetto.
Guai se l'arcanoaffetto
A noi leggesse in cor!)

AMNERIS
(Reaschiavatrema!
Ch'io nel tuo cor discenda!
Ah! trema che ilver m'apprenda
Quel pianto e quel rossor!)
(Il Reprecedutodalle sue Guardie e seguite da Ramfis
dai MinistriSacerdotiCapitani ecc.)


IL RE
Alta cagion v'aduna
O fidi Egizialvostro Re d'intorno.
Dai confin d'Etiopia un Messaggero
Dianzigiungea; gravi novelle ei reca.
Vi piaccia udirlo... Il Messaggers'avanzi!

MESSAGGERO
Il sacro suolodell'Egitto è invaso
Dai barbari Etiopi. I nostri campi
Furdevastati... arse le messi... e baldi
Della facil vittoriaipredatori
Già marciano su Tebe!

RADAMÈSIL RERAMFISSACERDOTIMINISTRICAPITANI
Ed osan tanto!

MESSAGGERO
Unguerriero indomabileferoce
Li conduce: Amonasro.

RADAMÈSIL RERAMFISSACERDOTIMINISTRICAPITANI
Il Re!

AIDA
(Miopadre!)

MESSAGGERO
Già Tebe èin armi e dalle cento porte
Sul barbaro invasore
Proromperàguerra recando e morte.

IL RE
Sì: guerra e morte il nostro gridosia!

RAMFIS
Guerra!

RAMFISRADAMÈSSACERDOTIMINISTRICAPITANI
Guerra! Guerra! Tremendainesorata!

IL RE
(accostandosi a Radamès)
Isidevenerata
Di nostre schiere invitte
Già designava ilcondottier supremo:
Radamès!

AIDAAMNERISMINSTRICAPITANI
Radamès!

RADAMÈS
Ah!Sien grazie at Numi!
Son paghi i voti miei!

AMNERIS
(Eiduce!)

AIDA
(Io tremo!)

MINISTRICAPITANI
Radamès! Radamès!Radamès! Radamès!

IL RE
Or di Vulcano al tempio
Muovioguerrier. Le sacre
Armi ti cingi e alla vittoria vola.
Su! delNilo al sacro lido
AccorreteEgizi eroi;
D'ogni cor prorompail grido:
Guerra e mortemorte allo stranier!

RAMFIS
Gloriaai Numi! Ognun rammenti
Ch'essi reggono gli eventi
Che inpoter de'Numi solo
Stan le sorti del guerrier
Ognunrammenti
Che in poter dei Numide'Numi solo
Stan le sorti delguerrier!

MINISTRICAPITANI
Su! del Nilo al sacrolido
Sian barriera i nostri petti;
Non echeggi che un solgrido:
Guerraguerra e morte allo stranier!

IL RE
Su! su! del Nilo al sacro lido
AccorreteEgizi eroi;
Da ogni cor prorompa un grido:
Guerra e morte allostranier!

AIDA
(Per chi piango? Per chiprego?
Qual poter m'avvince a lui!
Deggio amarlo ed ècostui
Un nemicouno stranier!)

RADAMÈS
Sacrofremito di gloria
Tutta l'anima m'investe.
Su! corriamo allavittoria!
Guerra e morte allo stranier!

AMNERIS
(aRadamès)
Di mia man ricevio duce
Il vessilloglorioso;
Ti sia guidati sia luce
Della gloria sul sentier.

IL RE
Su! del Nilo al sacro lido
AccorreteEgizi eroi; ecc.

RAMFISSACERDOTI
Gloria ai Numi! Ognun rammentiecc.

MINISTRICAPITANI
Su! del Nilo al sacrolido
Sian barriera i nostri pettiecc.


RADAMÈS E MESSAGGERO
Su! corriamosu!
Corriamo alla vittoria!

AMNERIS
Ti siaguidati sia luce
Della gloria sul sentier.

AIDA
(Perchi piango? Per chi prego?)

IL RE E RAMFIS
Guerra!

SACERDOTIMINISTRICAPITANI
Guerra! Guerra!Guerra!

AIDA
(Deggia amarloe veggo inlui
Un nemicouno stranier!)

TUTTI GLI ALTRI
Guerra! Guerra! Sterminoall'invasor!

AMNERIS
(a Radamès)
Ritornavincitor!

TUTTI
Ritorna vincitor!
(Esconotuttimeno Aida)

AIDA
Ritorna vincitor!... Edal mio labbro
Uscì l'empia parola! Vincitor
Del padremio... di lui che impugna l'armi
Per me... per ridonarmi
Unapatriauna reggiae il nome illustre
Che qui celar m'èforza. Vincitor
De' miei fratelli... ond'io lo veggatinto
Delsangue amatotrionfar nel plauso
Dell'Egize coorti! E dietro ilcarro
Un Re... mio padre... di catene avvinto!
L'insanaparola
O Numisperdete!
Al seno d'un padre
La figliarendete;
Struggete le squadre
Dei nostri oppressor!Ah!
Sventurata che dissi?... e l'amor mio?
Dunque scordarposs'io
Questo fervido amore cheoppressa e schiava
Comeraggio di sol qui mi beava?
Imprecherò la morte
ARadamès... a lui ch'amo pur tanto?
Ah! non fu in terramai
Da più crudeli angosce un core affranto.
I sacrinomi di padred'amante
Nè profferir poss'ionèricordar;
Per l'un... per l'altro... confusatremante
Iopiangere vorreivorrei pregar.
Ma la mia prece in bestemmia simuta...
Delitto è il pianto a mecolpa il sospir...
Innotte cupa la mente è perduta
E nell'ansia crudel vorreimorir.
Numipietà del mio soffrir!
Speme non v'ha pelmio dolor.
Amor fataltremendo amor
Spezzami il corfammimorir!
Numipietà del mio soffrir! ecc.


SCENAII: Interno del tempio di Vulcano a Menfi

(Una lucemisteriosa scende dall'alto. Una lunga fila di colonnel'unaall'altra addossatesi perde fra le tenebre. Statue di varieDivnità. Nel mezzo della scenasovraun palco coperto ditappetisorge l'altare sormontato da emblemi sacri. Dai tripodid'oro s'innalza il fumo degli incensi.)

(Sacerdoti eSacerdotesseRamfis ai piedidell'altare)

SACERDOTESSA
(nell'interno)
Possentepossente Fth`adel mondo
Spirito animatorah!

SACERDOTESSASACERDOTESSE
(nell'interno)
Noi t'invochiamo!

RAMFISSACERDOTI
Tu che dal nulla haitratto
L'ondela terrail ciel.
Noit'invochiamo!

SACERDOTESSA
ImmensoimmensoFthàdel mondo
Spirito fecondatorah!

SACERDOTESSASACERDOTESSE
Noi t'invochiamo!

RAMFISSACERDOTI
Nume che del tuo spirito
Seifiglio e genitor
Noi t'invochiamo!

SACERDOTESSA
Fuocoincreatoeterno.
Onde ebbe luce il solah!

SACERDOTESSASACERDOTESSE
Noi t'invochiamo!

RAMFISSACERDOTI
Vita dell'universo
Mitod'eterno amor
Noi t'invochiam!

SACERDOTESSE
ImmensoFthà!

RAMFISSACERDOTI
Noi t'invochiam!
[Danzasacra delle Sacerdotesse]
(Radamès viene introdottosenz'armi. Mentre va
all'altarele Scaerdotesse eseguiscono ladanza sacra.
Sul capo di Radamès viene steso un velod'argento.)

SACERDOTESSE
Immenso Fthà!


RAMFISSACERDOTI
Noi t'invochiam!

RAMFIS
(aRadamès)
Mortaldiletto ai Numia te fidate
Sond'Egitto le sorti. Il sacro brando
Dal Dio tempratoper tua mandiventi
Ai nemici terrorfolgoremorte.

SACERDOTI
Il sacro brando
Dal Dio tempratoecc.

RAMFIS
... folgoremorte
(volgendosial Nume)
Numecustode e vindice
Di questa sacra terra.
Lamano tua distendi
Sovra l'egizio suol.

RADAMÈS
Numeche duce ed arbitro
Sei d'ogni umana guerra
Proteggi tudifendi
D'Egitto il sacro suol

SACERDOTI
Numecustode e vindice.
Di questasacra terraecc.

RAMFIS
Numecustode edarbitro
Di questa sacra terraecc.


RADAMÈS
Proteggi tudifendi.
D'Egittoil sacro suol.
(Mentre Radamès viene investito delle armisacrele
Sacerdotesse ed i Sacerdoti reprendono l'Inno religiosoe
la mistica danza.)

SACERDOTESSE
PossenteFthà
Del mondo creatorah!
Possente Fthà
Spiritoanimator
Spirito fecondator
Immenso Fthà!

RADAMÈS
PossenteFthà
Spirito fecondator
Tu che dal nulla
Hai trattoil mondo
Noi t'invochiamo
Noi t'invochiam
ImmensoFthà!

RAMFIS
Possente Fthà
Spiritofecondator
Tu che dal nulla
Hai tratto il mondo
Tu che dalnulla hai tratto
L'ondela terrail cielo
Noit'invochiamo
Noi t'invochiam.
Immenso Fthà!

SACERDOTI
Possente Fthà
Spiritofecondator
Tu che dal nulla hai tratto
L'ondela terrailcielo
Noi t'invochiamo
Noi t'invochiam.
ImmensoFthà!
 
 

ATTO SECONDO


SCENAI: Una sala nell'appartamento di Ameneris

(Amneriscircondata dalle schiave che l'abbigliano per la festatrionfale.)

SCHIAVE
Chi mai fragl'inni e i plausi
Erge alla gloria il vol.
Al par d'un Dioterribile
Fulgente al par del sol!
Vieni: sul crin tipiovano
Contesti al lauri i fior:
Suonin di gloria icantici
Coi cantici d'amor.

AMNERIS
(Ah!Vieniamor miom'inebria
Fammi beato il cor!)


SCHIAVE
Or dove son le barbare
Orde dellostranier?
Siccome nebbia sparvero
Al soffio delguerrier.
Vieni: di gloria il premio
Raccogliovincitor;
T'arrise la vittoria
T'arrideràl'amor.

AMNERIS
(Ah! Vieniamor mioravvivami
D'un caro accento ancor!)
[Danza di piccoli schiavimori]


SCHIAVE
Vieni: sul crin ti piovano
Contesti ailauri i fior;
Suonin di gloria i cantici
Coi canticid'amor.

AMNERIS
(Ah! vieniamor miom'inebria
Fammi beato il cor!)
Silenzio! Aida verso nois'avanza...
Figlia de'vintiil suo dolor m'è sacro.
(Adun cenno di Amnerisle schiave si allontanano.
Entra Aidaportando la corona.)

AMNERIS
Nel rivederlail dubbio
Atroce in me si desta...
Il mistero fatal si squarcialfine!
(ad Aidacon simulata amorevolezza)
Fu la sortedell'armi a'tuoi funesta
Povera Aida! Il lutto
Che ti pesa sulcor teco divido
io son l'amica tua...
Tutto da me tu avrai...Vivrai felice!

AIDA
Felice esserposs'io
Lungi dal suol natioqui dove ignota
M'è lasorte del padre e dei fratelli?

AMNERIS
Benti compagno! pure hanno un confine
I mali di quaggiù...Sanerà il tempo
Le angosce del tuo core
E piùche il tempoun Dio possente... Amore!

AIDA
(Amoreamore! Gaudiotormento
Soave ebbrezzaansia crudel!
Ne' tuoidolori la vita io sento
Un tuo sorriso mi schiude ilciel.)

AMNERIS
(guardando Aidafissamente)
(Ahquel pallore... quel turbamento
Svelanl'arcana febbre d'amor.
D'interrogarla quasi ho sgomento
Dividol'ansie del suo terror.)
(ad Aida)
Ebben: qual nuovofremito
T'assalgentil Aida?
I tuoi segreti svelami
All'amormio t'affida.
Tra i forti che pugnarono
Della tua patria adanno.
Qualcuno... un dolce affanno
Forse... a te in cordestò?

AIDA
Che parli?

AMNERIS
Atutti barbara
Non si mostrò la sorte
Se in campo il duceimpavido
Cadde trafitto a morte...

AIDA
Chemai dicesti! Misera!

AMNERIS
Sì...Radamès da'tuoi
Fu spento...

AIDA
Misera!

AMNERIS
Epianger puoi?

AIDA
Per sempre iopiangerò!

AMNERIS
Gli Dei t'hanvendicata.

AIDA
Avversi sempre
A me furo iNumi.

AMNERIS
Trema! In cor ti lessi...
Tul'ami...

AIDA
Io!

AMNERIS
Nonmentire!
Un detto ancora e il vero
Saprò. Fissami involto...
Io t'ingannava... Radamès vive!

AIDA
Vive!
Ahgrazieo Numi!

AMNERIS
E ancor mentir tusperi?
Sìtu l'ami! Ma l'amo
Anch'iointendi tu? Sontua rivale
Figlia dei Faraoni.

AIDA
Miarivale!
Ebben sia pure... Anch'io
Son tal...
(reprimendosi)
Ah!Che dissi mai? Pietàperdono! Ah!
Pietà ti prendadel mio dolor.
È veroio l'amo d'immenso amor.
Tu seifelicetu sei possente
Io vivo solo per questoamor!

AMNERIS
Tremavil schiava! Spezza iltuo core;
Segnar tua morte può quest'amore;
Del tuodestino arbitra sono
D'odio e vendetta le furie ho incor.

AIDA
Tu sei felicetu sei possente.
Iovivo solo per questo amor!
Pietà ti prenda del miodolor!

AMNERIS
Tremavil schiava! Spezza iltuo core.
Del tuo destino arbitra son.
D'odio e vendetta lefurie ho in cor.

CORO
(di fuori)
Su! del Nilo al sacrolido
Sien barriera i nostri petti;
Non echeggi che un solgrido:
Guerra e morte allo stranier!

AMNERIS
Allapompa che s'appresta
Mecoo schiavaassisterai;
Tu prostratanella polvere
Io sul tronoaccanto al Re.

AIDA
Ahpietà! Che più mi resta?
Un deserto è la miavita;
Viva e regnail tuo furore
Io tra breveplacherò.
Quest'amore che t'irrita
Nella tomba iospegnerò.

AMNERIS
Vienmi seguiapprenderai
Se lottar tu puoi con me.

AIDA
Ah!pietà!
Quest'amor
Nella tomba io spegnerò.
Pietà!pietà!
CORO
Guerra e morte allo stranier!

AMNERIS
...e apprenderai
Se lottar tu puoi con me.
CORO
Guerra e morteallo stranier!
(Amneris esce.)

AIDA
Numipietà del mio martir
Speme non v'ha pel mio dolor!
Numipietà del mio soffrir!
Numipietàpietàpietà!


SCENA II: Uno degli ingressi della cittàdi Tebe

(Sul davantiun gruppo di palme. A destrailtempio di Ammone. A sinistraun trono sormontato da un baldacchinodi porpora. Nel fondouna porta trionfale. La scena èingombra di popolo. Entra il Reseguito dai MinistriSacerdotiCapitaniFlabelliferiPorta insegne ecc. Quindi Amneris conAida eSchiave. Il Re va a sedere sul trono. Amneris Prende posto allasinistra del Re.)

POPOLO
Gloriaall'Egittoad Iside
Che il sacro suol protegge!
Al Re che ilDelta regge
Inni festosi alziam!
Gloria! Gloria! Gloria!
Gloriaal Re!

DONNE
S'intrecci il loto al lauro
Sul crin deivincitori!
Nembo gentil di fiori
Stenda sull'armi unvel.
Danziamfanciulle egizie
Le mistiche carole
Comed'intorno al sole
Danzano gli astri in ciel!

RAMFISSACERDOTI
Della vittoriaagl'arbitri
Supremi il guardo ergete;
Grazie agli Deirendete
Nel fortunato dì.

POPOLO
Come d'intorno al sole
Danzano gliastri in ciel!
Inni festosi alziam al Re
Alziamo al Re.

RAMFISSACERDOTI
Grazie agli Dei rendete
Nelfortunato dì.
[Marcia]
(Le truppe Egizieprecedutedalle fanfaresfilano
dinanzi al Re. Seguono i carri da guerrale insegne
i vasi sacrile statue degli Dei.)
[Ballabile]
(Undrappello di danzatrici che recano i tesori dei vinti.)

POPOLO
Vienio guerriero vindice
Vieni agioir con noi;
Sul passo degli eroi
I laurii fiorversiam!
Gloria al guerriergloria!
Gloria all'Egittogloria!

RAMFISSACERDOTI
Agli arbitri supremi
Ilguardo ergete;
Grazie agli Dei rendete
Nel fortunato dì.
(EntraRadamèssotto un baldacchino da dodici
uffiziali.)

IL RE
(che scende dal trono per abbracciareRadamès)
Salvator della patria io ti saluto.
Vieniemia figlia di sua man ti porga
Il serto trionfale.
(Radamèss'inchina davanti ad Amneris che gli porge la
corona.)
Oraame chiedi
Quanto più brami. Nulla a te negato
Saràin tal dì; lo giuro
Per la corona miapei sacriNumi.

RADAMÈS
Concedi in pria cheinnanzi a te sien tratti
I prigionier.
(Entranofra leGuardiei prigionieri Etiopiciultimo
Amonasrovestito daufficiale.)

RAMFISSACERDOTI
Grazie agli Dei rendete
Nelfortunato dì.

AIDA
Che veggo!...Egli!... Mio padre!

TUTTI
Suopadre!

AMNERIS
In poternostro!

AIDA
(abbracciando il padre)
Tu!prigionier!

AMONASRO
(piano ad Aida)
Nonmi tradir!

IL RE
(ad Amonasro)
T'appressa...
Dunque tusei?...

AMONASRO
Suo padre. Anch'iopugnai...
Vinti noi fummomorte invan cercai.
Quest'assisach'io vesto vi dica
Che il mio Rela mia patria ho difeso;
Fula sorte a nostr'armi nemica
Tornò vano dei fortil'ardir.
Al mio pie' nella polve disteso
Giacque il Re da piùcolpi trafitto;
Se l'amor della patria è delitto
Siamrei tuttisiam pronti a morir!
(volgendosi al Recon accentosupplichevole)
Ma tuRetu signore possente
A costoro tivolgi clemente;
Oggi noi siam percossi dal fato
Ma doman voipotria il fato colpir.

AIDA
Ma tuRetusignore possente
A costoro ti volgi clementeecc.

SCHIAVEPRIGIONIERI
Sìdai Numi percossinoi siamo
Tua pietàtua clemenza imploriamo;
Ah!giammai di soffrir vi sia dato
Ciò che in oggi n'èdato soffrir!

AMONASRO
Ah! doman voi potriail fato colpir.
RAMFISSACERDOTI
Struggio Requeste ciurmeferoci
Chiudi il core alle perfide voci;
Fur dai Numi votatialla morte
Or de'Numi si compia il voler!

AIDASCHIAVEPRIGIONIERI
Pietà!

AIDA
Matuo Resignor possente
A costoro ti mostraclemente.

AMNERIS
(Quali sguardi sovr'essa harivolti!
Di qual fiamma balnano i volti!)
IL RE
Or chefausti ne arridon gli eventi
A costoro mostriamci clementi.

SCHIAVEPRIGIONIERI
Tua pietadetua clemenzaimploriamo
Ahpietà! Pietà!

POPOLO
Sacerdotigli sdegni placate
L'umilprece ascoltate.

RAMFISSACERDOTI
A morte! a morte! a morte!
ORestruggi queste ciurme.

AMONASRO
Oggi noisiam percossi dal fato
Voi doman potria il fatocolpir.

RADAMÈS
(fissando Aida)
(Ildolor che in quel volto favella
Al mio sguardo la rende piùbella;
Ogni stilla del pianto adorato
Nel mio petto ravvival'amor.)

AMNERIS
(Quali sguardi sovr'essa harivolti!
Di qual fiamma balenano i volti!
Ed io solaavvilitareietta?
La vendetta mi rugge nel cor.)

AMONASRO
Tuapietàtua clemenze imploriamoecc.

IL RE
Or che fausti ne arridon gli eventi
Acostoro mostriamci clementi;
La pietà sale ai Numigradita
E rafferma de'prenci il poter.

AIDA
Tuapietà imploro...
Oggi noi siam percossi
Doman voipotria il fato colpir.

SCHIAVEPRIGIONIERI
Pietàpietàah pietà!
Tua clemenza imploriam.
Tua pietadetuaclemenza invochiamo.

POPOLO
Sacerdotigli sdegni placate.
L'umilprece de'vinti ascoltate;
Pietà!

RAMFISSACERDOTI
Si compisca dei Numi ilvoler!
Struggio Requeste ciurme feroci.
Fur dai Numi votatialla morte
Si compisca de' Numi il voler!

AIDA
Matuo Retu signore possenteecc.

RADAMÈS
(Ildolor la rende più bellaecc.)

AMONASRO
Matuo Retu signore possenteecc.

IL RE
La pietà sale ai Numi graditaecc.

SCHIAVEPRIGIONIERI
Sìdai Numi percossinoi siamoecc.

RAMFISSACERDOTI
Struggio Requeste ciurmeferociecc.

POPOLO
E tuo Re possentetu forte
Aclemenza dischiudi il pensier.

AMNERIS
(Ed iosolaavvilitaecc.)

RADAMÈS
O Re:pei sacri Numi
Per lo splendor della tua corona
Compiergiurasti il voto mio.

IL RE
Giurai.

RADAMÈS
Ebbene:a te pei prigionieri Etiopi
Vita domando e libertà.

AMNERIS
(Pertutti!)

SACERDOTI
Morte ai nemici della patria!

POPOLO
Grazia
Per gliinfelici!

RAMFIS
Ascolta o Re. Tupure
Giovine eroesaggio consiglio ascolta:
Son nemici eprodi sono;
La vendetta hanno nel cor
Fatti audaci dalperdono
Correranno all'armi ancor!

RADAMÈS
SpentoAmonasroil re guerriernon resta
Speranza aivinti.

RAMFIS
Almeno
Arra di pace esecurtàfra noi
Resti col padre Aida.

IL RE
Al tuo consiglio io cedo.
Di securtàdi pace un miglior pegno
Or io vo'darvi: Radamèslapatria
Tutto a te deve. D'Amneris la mano
Premio ti sia. Sovral'Egitto un giorno
Con essa regnerai.

AMNERIS
(Vengala schiava
Venga a rapirmi l'amor mio... se l'osa!)

IL REPOPOLO
Gloria all'Egittoad Iside.
Cheil sacro suol difende
S'intrecci il loto al lauro
Sul crin delvincitor!

SCHIAVEPRIGIONIERI
Gloria al clementeEgizio
Che i nostri ceppi ha sciolto.
Che ci ridona ailiberi
Solchi del patrio suol!

RAMFISSACERDOTI
Inni leviamo ad Iside
Che ilsacro suol difende!
Preghiam che i fati arridano
Fausti allapatria ognor.

AIDA
(Qual speme omai piùrestami?
A lui la gloriail trono
A me l'oblio... lelacrime
D'un disperato amor.)

RADAMÈS
(DavversoNume il folgore
Sul capo mio discende.
Ah no! d'Egitto ilsoglio
Non val d'Aida il cor.)

AMNERIS
(Dall'inattesogiubilo
Inebriata io sono;
Tutti in un dì si compiono
Isogni del mio cor.)

RAMFIS
Preghiam che ifati arridano
Fausti alla patria ognor.

IL REPOPOLO
Gloria... ad Iside!

AMONASRO
(adAida)
Fa cor: della tua patria
I lieti eventi aspetta;
Pernoi della vendetta
Già prossimo èl'albor.

RADAMÈS
(Qual inattesafolgore
Su capo mio discende! Ah!
Ah no! d'Egitto il trono
Nonval d'Aida il cor.
... d'Egitto il suol
Non val d'Aida ilcor.
... d'Egitto il soglio
Non val d'Aida ilcor.)

AMNERIS
(Tutte in un dì sicompiono
Le gioie del mio cor.
Ah! dall'inattesoguadio
Inebriata io sono.)

AMONASRO
Facor: la tua patria
I lieti eventi aspetta; ecc.

IL REPOPOLO
Gloriaall'Egitto! ad Isideecc.

RAMFISSACERDOTI
Inni leviamo ad Isideecc.

AIDA
(A me l'obliole lacrime.
Ah!qual speme omai più restami?
A lui la gloriail trono
Ame l'obliole lacrime
D'un disperato amor.)

SCHIAVEPRIGIONIERI
Gloria al clemente Egizioecc.
 


 
ATTO TERZO: Le rive del Nilo


(Rocce di granito fra cui crescono palmizi. Sul vertice dellerocce il tempio d'Iside per metà nascosta tra le fronde. Ènotte stellata. Splendore di luna.)

SACERDOTESSESACERDOTI
(nel tempio)
O tu che sei d'Osiride
Madreimmortale e sposa
Diva che i casti palpiti
Desti agli umani incor
Soccorri a noi pietosa
Madre d'immenso amor.
(Da unabarca che approda alla riva discendono
AmnerisRamfisalcunedonne coperte da fitto velo e
Guardie.)

RAMFIS
(adAmneris)
Vieni d'Iside al tempio: all vigilia
Delle tue nozzeinvoca
Della Diva il favore. Iside legge
De'mortali nel core;ogni mistero
Degli umani a lei è noto.

AMNERIS
Sì;io pregherò che Radamès mi doni
Tutto il suo corcome il mio cor a lui
Sacro è persempre.

RAMFIS
Andiamo.
Pregherai finoall'alba; io sarò teco.
(Tutti entrano neltempio.)

SACERDOTESSESACERDOTI
Soccorri anoi pietosa
Madre d'immenso amor.

AIDA
(entracautamente)
Qui Radamès verrà!... Che vorràdirmi?
Io tremo... Ah! se tu vieni
A recarmio crudell'ultimo addio
Del Nilo i cupi vortici
Mi daran tomba... epace forsee oblio.
O patria miamai più ti revedrò!
Ocieli azzurrio dolci aure native
Dove sereno il mio mattinbrillò
O verdi collio profumate rive
O patria miamai più ti revedrò!
O fresche vallio queto asilbeato
Che un dì promesso dall'amor mi fu;
Or ched'amore il sogno è dileguato
O patria mianon ti vedròmai più!
(Entra Amonasro)
Ciel! mio padre!

AMONASRO
Ate grave cagion
M'adduceAida. Nulla sfugge al mio
Sguardo.D'amor ti struggi
Per Radamès... ei t'ama... qui loattendi.
Dei Faraon la figlia è tua rivale...
Razzainfameaborrita e a noi fatale!

AIDA
E insuo potere io sto! Iod'Amonasro
Figlia!

AMONASRO
Inpoter di lei! No!... se lo brami
La possente rival tu vincerai
Epatriae tronoe amortutto tu avrai.
Rivedrai le foresteimbalsamate
Le fresche vallii nostri templi d'or.

AIDA
Rivedròle foreste imbalsamate
Le fresche vallii nostri templid'or.

AMONASRO
Sposa felice a lui che amastitanto
Tripudi immensi ivi potrai gioir.

AIDA
Ungiorno solo di sì dolce incanto
Un'oraun'ora di talgioiae poi morir!

AMONASRO
Pur rammenti chea noi l'Egizio immite
Le casei templie l'are profanò
Trassein ceppi le vergini rapite;
Madrivecchifanciulli eitrucidò.

AIDA
Ah! ben rammentoquegl'infausti giorni!
Rammento i lutti che il mio corsoffrì.
Deh! fateo Numiche per soi ritorni
L'albainvocata de'sereni dì.

AMONASRO
Rammenta...
Nonfia che tardi. In armi ora si desta
Il popol nostrotutto èpronto già.
Vittoria avrem... Solo a saper mi resta.
Qualsentier il nemico seguirà.

AIDA
Chiscoprirlo potria? Chi mai?

AMONASRO
Tustessa!

AIDA
Io!

AMONASRO
Radamèsso che qui attendi... Ei t'ama...
Ei conduce gli Egizi...Intendi?...

AIDA
Orrore!
Che mi consiglitu? No! no! giammai!

AMONASRO
(con impetoselvaggio)
Sudunque! sorgete
Egizie coorti!
Col fuocostruggete
Le nostre città.
Spargete il terrore.
Lestragila morte...
Al vostro fuore
Più freno nonv'ha.

AIDA
Ah padre! padre!...

AMONASRO
Miafiglia
Ti chiami!

AIDA
Pietà!Pietà! Pietà!

AMONASRO
Fluttidi sangue scorrono
Sulle città dei vinti.
Vedi? Dainegri vortici
Si levano gli estinti.
Ti additan essi egridano:
Per te la patria muor!

AIDA
Pietà!Pietàpadrepietà!

AMONASRO
Unalarva orribile
Fra l'ombre a noi s'affaccia.
Trema! le scarnebraccia...

AIDA
Ah!

AMONASRO
Sulcapo tuo levò...

AIDA
Padre!

AMONASRO
Tuamadre ell'è...

AIDA
Ah!

AMONASRO
...ravvisala...

AIDA
No!

AMONASRO
Timaledice...

AIDA
(nel massimo terrore)
Ahno! ah no!
Padrepietà!pietà!

AMONASRO
(respingendola)
Nonsei mia figlia!
Dei Faraoni tu sei la schiava!

AIDA
Ah!Pietàpietà! pietà!
Padrea costoro schiavanon sono...
Non maledirmi... non imprecarmi;
Ancor tua figliapotrai chiamarmi
Della mia patria degna sarò.

AMONASRO
Pensache un popolovintostraziato
Per te soltanto risorgerpuò...

AIDA
O patria! o patriaquantomi costi!

AMONASRO
Coraggio! ei giunge... làtutto udrò.
(Si nasconde fra i palmizi.)

RADAMÈS
(entrando)
Pur ti riveggomiadolce Aida...

AIDA
T'arrestavanne... chesperi ancor?

RADAMÈS
A te d'appressol'amor mi guida.

AIDA
Te i riti attendonod'un altro amor.
D'Amneris sposo...

RADAMÈS
Cheparli mai?
Te solaAidate deggia amar.
Gli Dei m'ascoltanotu mia sarai.

AIDA
D'uno spergiuro non timacchiar!
Prode t'amainon t'amerei spergiuro.

RADAMÈS
Dell'amormio dubitiAida?

AIDA
E come
Sperisottrarti d'Amneris ai vezzi
Del Re al volerdel tuo popolo aivoti
Dei Sacerdoti all'ira?

RADAMÈS
OdimiAida.
Nel friero anelito di nuova guerra
Il suolo Etiope siridestò;
I tuoi già invadono la nostra terra
Iodegli Egizi duce sarò.
Fra il suonfra i plausi dellavittoria
Al Re mi prostrogli svelo il cor;
Sarai tu il sertodella mia gloria
Vivrem beati d'eterno amore.

AIDA
Nèd'Amneris paventi
Il vindice furor? La sua vendetta
Come folgortremenda
Cadrà su mesul padre miosu tutti.

RADAMÈS
Iovi difendo.

AIDA
Invantu nolpotresti.
Pur... se tu ami... ancor s'apre una via
Di scampo anoi...

RADAMÈS
Quale?

AIDA
Fuggir...

RADAMÈS
Fuggire!

AIDA
Fuggiamgli ardori inospiti
Di queste lande ignude;
Una novellapatria
Al nostro amor si schiude.
Là... tra forestevergini
Di fiori profumate
In estasi beate
La terrascorderem.

RADAMÈS
Sovra una terraestrania
Teco fuggir dovrei!
Abbandonar la patria
L'are deinostri Dei!
Il suol dov'io raccolsi
Di gloria i primiallori
Il ciel dei nostri amori
Come scordarpotrem?

AIDA
Là... tra foresteverginiecc.

RADAMÈS
Il ciel deinostri amori
Come scordar potrem?
Il ciel dei nostri amori
Comescordar potrem?

AIDA
Sotto il mio cielpiùlibero
L'amor ne fia concesso;
Ivi nel tempio istesso
Glistessi Numi avrem.
Fuggiamfuggiam...

RADAMÈS
Abbandonarla patria
L'are dei nostri Dei!
Il ciel dei nostri amori
Comescordar potrem?

RADAMÈS
(esitante)
Aida!

AIDA
Tunon m'ami... Va!

RADAMÈS
Nont'amo!

AIDA
Va!

RADAMÈS
Mortalgiammai nè Dio
Arse d'amor al par del miopossente.

AIDA
Va... va... t'attendeall'ara
Amneris...

RADAMÈS
No!Giammai!

AIDA
Giammaidicesti?
Allorpiombi la scure
Su mesul padre mio...

RADAMÈS
Ahno! Fuggiamo!
Sìfuggiam da queste mura
Al desertoinsiem fuggiamo;
Qui sol regna la sventura
Là sischiude un ciel d'amor
I deserti interminati
A noi talamosaranno
Su noi gli astri brilleranno
Di più limpidofulgor.

AIDA
Nella terra avventurata
De'miei padriil ciel ne attende;
Ivi l'aura èimbalsamata
Ivi il suolo è aromi e fior.
Fresche vallie verdi prati
A noi talamo saranno
Su noi gli astribrilleranno
Di più limpido fulgor.

AIDA E RADAMÈS
Vieni mecoinsiemfuggiamo
Questa terra di dolore.
Vieni meco t'amot'amo!
Anoi duce fia l'amor.
(Si allontananorapidamente.)

AIDA
(arrestandosiall'improviso)
Ma dimmi; per qual via
Eviterem le schiere
Degliarmati?

RADAMÈS
Il sentier scelto dainostri
A piombar sul nemico fia deserto
Fino a domani.

AIDA
Equel sentier?

RADAMÈS
Le gole
DiNapata...
(Si fa avanti Amonasro)

AMONASRO
DiNapata le gole!
Ivi saranno i miei.

RADAMÈS
Oh!chi ci ascolta?

AMONASRO
D'Aida il padre edegli Etiopi il Re.

RADAMÈS
Tu!...Amonasro!... tu!... il Re?...
Numi! che dissi?
No!... non èver!... no!... sogno... delirio è questo...

AIDA
Ahno! ti calmaascoltami...

AMONASRO
A tel'amor d'Aida...

AIDA
All'amor miot'affida.

AMONASRO
Un soglioinnalzerà!

RADAMÈS
Io sondisonorato!
Per te tradii la patria!

AIDA
Ticalma!

AMONASRO
No: tu non sei colpevole
Eravoler del fato.

RADAMÈS
Io sondisonorato!

AIDA
Ahno!

AMONASRO
No!

RADAMÈS
Perte tradii la patria!

AMONASRO
No: tu non seicolpevole.

AIDA
Ti calma...

AMONASRO
Vien:oltre il Nil ne attendono
I prodi a noi devoti.
Là deltuo core i voti
Coronerà l'amor.
(trascinandoRadamès)
Vienivienivieni.
(AmnerisRamfisSacerdoti e Guardi escono dal
tempio.)

AMNERIS
Traditor!

AIDA
Lamia rival!

AMONASRO
(avventandosi su Amneriscon un pugnale)
L'opra mia a strugger vieni!
Muori!...

RADAMÈS
(frapponendosi)
Arrestainsano!...

AMONASRO
Ohrabbia!

RAMFIS
Guardieolà!

RADAMÈS
(adAida ed Amonasro)
Presto! fuggite!

AMONASRO
(trascinandoAida)
Vienio figlia!

RAMFIS
(alleGuardie)
L'inseguite!

RADAMÈS
(aRamfis)
Sacerdoteio resto a te.



ATTOQUARTO


SCENA I: Sala nel palazzo del Re


(Allasinistrauna gran porta che mette all sala sotterranea dellesentenze. Andito a destra che conduce alla prigione diRadamès.)



AMNERIS
L'aborritarivale a me sfuggia...
Dai Sacerdoti Radamès attende
Deitraditor la pena.--Traditore
Egli non è... Purrivelò di guerra
L'alto segreto... egli fuggir volea...
Conlei fuggire... Traditori tutti!
A morte! A morte!... Oh! che maiparlo? Io l'amo
Io l'amo sempre... Disperatoinsano
èquest'amor che la mia vita strugge.
Oh! s'ei potesseamarmi!
Vorrei salvarlo. E come?
Si tenti! Guardie: Radamèsqui venga.

(Radamès è condotto dallaGuardie.)

Già i Sacerdoti adunansi
Arbitri del tuofato;
Pur dell'accusa orribile
Scolparti ancor t'èdato;
Ti scolpa e la tua grazia Io pregherò dal trono
Enunzia di perdono
Di vita te sarò.


RADAMÈS
Dimie discolpe i giudici
Mai non urdan l'accento;
Dinanzi aiNumiagl'uomini
N'e vin'e reo mi sento.
Profferse il labbroincauto
Fatal segretoè vero
Ma puro il mio pensiero
El'onor mio restò.


AMNERIS
Salvatidunque e scolpati.


RADAMÈS
No.


AMNERIS
Tumorrai.


RADAMÈS
La vita
Aborro;d'ogni gaudio
La fante inaridita
Svanita ogni speranza
Solbramo di morir.


AMNERIS
Morire! Ahtud^ei vivere!
Sìall'amor mio vivrai;
Per te le angosceorribili
Di morte io già provai;
T'amai... soffersitanto...
Vegliai le notti in pianto...
E patriae tronoevita
Tutto darei per te.


RADAMÈS
Peressa anch'io la patria
E l'onor mio tradia...


AMNERIS
Dilei non più!


RADAMÈS
L'infamia
M'attendee vuoi ch'io viva?
Misero appien mi festi
Aida a metogliesti
Spenta l'hai forse e in dono
Offri la vita ame?


AMNERIS
Iodi sua morte origine!
No!Vive Aida!


RADAMÈS
Vive!


AMNERIS
Neidisperato anelito
Dell'orde fuggitive
Sol cadde ilpadre.


RADAMÈS
Edella?


AMNERIS
Sparvenè piùnovella
S'ebbe...


RADAMÈS
GliDei l'adducano
Salva alle patrie mura
E ignori la sventura
Dichi per lei morrà!


AMNERIS
Mas'io ti salvogiurami
Che più non la vedrai.


RADAMÈS
Nolposso!


AMNERIS
A lei rinunzia
Persempre... e tu vivrai!


RADAMÈS
Nolposso!


AMNERIS
Ancor una volta:
A leirinunzia.


RADAMÈS
èvano.


AMNERIS
Morir vuoi dunqueinsano?


RADAMÈS
Pronto a morir songià!


AMNERIS
Chi ti salvasciagurato
Dalla sorte che t'aspetta?
In furore hai tucangiato
Un amor ch'egual non ha.
De' miei pianti lavendetta
Or dal ciel si compirà.


RADAMÈS
èla morte un ben supremo
Se per lei morir m'è dato;
Nelsubir l'estremo fato
Gaudii immensi il cor avrà;
L'iraumana più non temo
Temo sol la tua pietà.


AMNERIS
Ah!chi ti salva?
De' miei pianti la vendetta
Or dal ciel sicompirà.

(Radamès parte circondato dalleGuardieAmneris cade desolata su di un sedile.)


AMNERIS
Ohimè!...morir mi sento! Oh! chi lo salva?
E in poter di costoro
Iostessa lo gettai! Ora a te impreco.
Atroce gelosiache la suamorte
E il lutto eterno del mio cor segnasti!
(Si volge e vedei Sacerdoti che attraversano la scena per
entrare nelsotterraneo.)
Ecco i fatali
Gl'inesorati minstri di morte!
Oh!ch'io non vegga quelle bianche larve!
(Si copre il volto collemani.)
E in poter di costoro
Io stessa lo gettai!

RAMFISSACERDOTI
(nel sotterraneo)
Spirto del Numesovra noidiscendi!
Ne avviva al raggio dell'eterna luce;
Pel labbronostro tua giustizia apprendi.


AMNERIS
Numipietà del mio straziato core.
Egli è innocentelosalvateo Numi!
Disperatotremendo è il miodolore!

(Radamès fra le Guardie attraversa la scena escende nel sotteraneo. Amnerisal vederlomette un grido.)

RAMFISSACERDOTI
Spirto del Numesovra noidiscendi!


AMNERIS
Oh! chi lo salva!
Misento morir! Ohimè!

RAMFIS
Radamès!Radamès! Radamès! Tu rivelasti
Della patria isegreti allostraniero!
Discolpati.

SACERDOTI
Discolpati.

RAMFIS
Eglitace.

RAMFISSACERDOTI
Traditor!


AMNERIS
Ahpietà! Egli è innocente! Numipietà!

RAMFIS
Radamès!Radamès! Radamès! Tu disertasti
Dal campo il dìche precedea lapugna.
Discolpati.

SACERDOTI
Discolpati.

RAMFIS
Eglitace.

RAMFISSACERDOTI
Traditor!


AMNERIS
Ahpietà! Ah! lo salvate! Numipietà!

RAMFIS
Radamès!Radamès! Radamès! Tu fè violasti
Alla patriaspergiuroal Reall'onore.
Discolpati.

SACERDOTI
Discolpati.

RAMFIS
Eglitace.

RAMFISSACERDOTI
Traditor!

AMNERIS
Ahpietà! Ahlo salvateNumipietà!

RAMFISSACERDOTI
Radamèsè deciso il tuofato;
Degli infami la morte tu avrai;
Sotto l'ara del Numesdegnato
A te vivo fia schiuso l'avel.


AMNERIS
Alui vivo la tomba... Ohgl'infami!
N'e di sangue son paghigiammai...
E si chiaman ministri del ciel!

RAMFISSACERDOTI
Traditor! Traditor!Traditor!


AMNERIS
(investendo i Sacerdotiche escono dal sotterraneo)
Sacerdoti: compiste un delitto!
Tigriinfami di sangue assetate
Voi la terra ed i Numioltraggiate...
Voi punite chi colpe non ha!

RAMFIS
ètraditor!

SACERDOTI
ètraditor!

RAMFISSACERDOTI
Morrà!


AMNERIS
(aRamfis)
Sacerdote: quest'uomo che uccidi.
Tu lo saida me ungiorno fu amato.
L'anatema d'un core straziato
Col suo sanguesu te ricadrà!

RAMFIS
ètraditor!

SACERDOTI
ètraditor!

RAMFISSACERDOTI
Morrà!


AMNERIS
Voila terra ed i Numi oltraggiate
Voi punite chi colpe non ha.
Ahnonon è traditorpietà!

RAMFISSACERDOTI
Morrà!
è traditor! Morrà!
(Siallontanano lentamente.)
Traditor! Traditor!Traditor!


AMNERIS
Empia razza! Anatema suvoi!
La vendetta del ciel scenderà!
Anatema suvoi!


SCENA II: L'interno del tempio di Vulcano e latomba di Radamès

(La scena è divisa indue piani. Il piano speriore rappresenta l'interno del tempiosplendente d'oro e di luceil piano inferiore un sotterraneo. Lunghefiled'arcate si perdono nell'oscurità. Statue colossalid'Osiride colle mani incrociate sostengono i pilastri della volta.Radamès è nel sotterraneo sui gradini della scalapercui è disceso. Al di sopradue Sacerdoti intenti a chiuderela pietra del sotterraneo.)


RADAMÈS
Lafatal pietra sovra me si chiuse...
Ecco la tomba mia. Del dìla luce
Più non vedrò... Non revedrò piùAida.
Aidaove sei tu? Possa tu almeno
Viver felice e la miasorte orrenda
Sempre ignorar! Qual gemito!... Una larva...
Unavision... No! forma umana è questa.
Ciel! Aida!


AIDA
Sonio.


RADAMÈS
Tu... in questatomba!


AIDA
Presago il core della tuacondanna
In questa tomba che per te s'apriva
Io penetraifurtiva...
E qui lontana da ogni umano sguardo
Nelle tuebraccia desiai morire.


RADAMÈS
Morir!sì pura e bella!
Morir per me d'amore...
Degli anni tuoinel fiore
Fuggir la vita!
T'avea il cielo per l'amor creata
Edio t'uccido per averti amata!
Nonon morrai!
Troppot'amai!
Troppo sei bella!


AIDA
(vaneggiando)
Vedi?...di morte l'angelo
Radiante a noi s'appressa
Ne adduce eternigaudii
Sovra i suoi vanni d'or.
Già veggo il cieldischiudersi
Ivi ogni affanno cessa
Ivi comincial'estasi
D'un immortale amor.


SACERDOTESSE
(aldi sopranel tempio)
Immenso Fthàdel mondo
Spiritoanimator...

SACEROTI
(al di sopraneltempio)
Ah!


AIDA
Tristecanto!


RADAMÈS
Il tripudio
DeiSacerdoti.


AIDA
Il nostro inno dimorte.


RADAMÈS
(cercando dismuovere la pietra del sotterraneo)
Nè le mie fortibraccia
Smuoverti potrannoo fatal pietra!

SACERDOTI
SACERDOTESSE
Ah! Noi t'invochiamot'invochiam.


AIDA
Invan!... tutto èfinito
Sulla terra per noi.


RADAMÈS
èvero! è vero!
(Si avvicina ad Aida e la sorregge.)

AIDAE RADAMÈS
O terraaddio; addiovalle dipianti...
Sogno di gaudio che in dolor svanì.
A noi sischiude il ciel e l'alme erranti
Volano al raggio dell'internodì.

SACERDOTISACERDOTESSE
ImmensoFthànoi t'invochiam!

AIDA E RADAMÈS
Ah!si schiude il ciel.
O terraaddio; addiovalli dipianti...


AMNERIS
(in abito di luttoappare nel tempio e va a prostrarsi
sulla pietra che chiude ilsotterraneo)
Pace t'imploro...

AIDA E RADAMÈS
Sognodi gaudio che in dolor svanì.


AMNERIS
...salma adorata;

AIDA E RADAMÈS
A noi sischiude il ciel...


AMNERIS
Isiplacata...

AIDA E RADAMÈS
... sischiude il ciel e l'alme erranti...


AMNERIS
Isiplacata ti schiuda il ciel!

AIDA E RADAMÈS
Volanoal raggio dell'eterno dì.

SACERDOTI
SACERDOTESSE
Noit'invochiam...

AIDA E RADAMÈS
... ilciel...

SACERDOTISACERDOTESSE
... immensoFthà!

AIDA E RADAMÈS
... sischiude il ciel!

(Aida cade e muore nelle braccia diRadamès.)


AMNERIS
Pacet'imploro
... pacepace...
... pace!

SACERDOTISACERDOTESSE
Immenso Fthà!