Readme.it in English  home page
Readme.it in Italiano  pagina iniziale
readme.it by logo SoftwareHouse.it

Ebook in formato Kindle (mobi) - Kindle File Ebook (mobi)

Formato per Iphone, Ipad e Ebook (epub) - Ipad, Iphone and Ebook reader format (epub)

Versione ebook di Readme.it powered by Softwarehouse.it


Monte AndreaAhi misero tapinoora scoperchio
Ahi misero tapinoora scoperchioe voi' cernir la fine e 'l mezzo e 'l capode' viziosi maliov'io li sapoche no stea più 'n error la gente manca.Dritta ragion dirònon di soperchio;per difension qual vuol prenda lo scudo:troveràllo il mio colpo ognora ignudosiccome gente in battaglia stanca.Ciò comanda ragionee Dio nol niega:chi prende il torto dura alquanto tempoma a la fineo tardi o per tempoè sì palese che già non ha loco;venesi consumando a poco a poco;così ogni cosa pur ne la fin piega.Gente d'errorecome alcuno laudalo vizïoso Amorcosì nol chiamo:Morte l'apelloch'è 'l diritto ramoed ancor peggiose peggio si trova.Or odi lo prencipio come frauda:brami e disiri con vita sì agraquando avere crediallor più magratrovi tua opra: quest'è prima prova.Poï nel mezzo tutto 'l mal radoppiaquando la detta Morte qui ti trappa:prendi un disio; poï sì ti trappadi razional vertù fatti mendico;ché Dio ti spiace ed ogn' altro amico;tutti rei vizi porti teco in coppia.Ancora adduce lo mezzo e 'l prencipiod'ubidir molti e servir sanza infintac'ogn' inoranza è per loro spinta;lo disnorequanto ciascun puòscopree pur conven che sia fedel descipiode' più mortai nemici che l'uomo abbiaond'è crudel pregion più che di gabbiaa cui convene in ciò seguir su' opre.Maggiore inganno in ciò ve ne mostro:chi è sì presociascun om li pare orbo;men cura lo disnor che non fa 'l corbo.Ahime lassocom'è la vita mortea chi condutt'è a sì grave sorteche d'ogni ben ne vòta il corpo nostro!Or pognam ciò ch'i'ho detto sì dormaciascun capitol fosse sovran bene:la fine ov'e' ti conduce e sostieneiloco ti fa parer lo ciel tegghia;e di tal ton'ca ti copre la formanominanza disnore ognor ti cresce.E qual cosasegnorpiù rabelisce?vivere orrato l'om che dorme e veg[g]hia.Orranza aver non pò chi n'ha pur l'ombra;e se gioia vuol dire alcuno e' porgequell' è un punto ove ti guida e scorge:tanto la donna di sé non dà od amache 'l core in quell'or più non disii e brama:com' più prendipiù quel voler t'ingombra.Due cose di vertù de l'om so' specchio:la bona nominanza è la prima;libertà è capo e mezzo e cimadi tutto ciò che vuol Pregi' e comanda:chi qui non si mantengiovane e vecchioriputare si può per corpo morto.Amorcui dico Morteha questo porto:a cui ha presoin tutto fuor ne 'l manda.Così per ragion temporal vedeted'ogni sommato bene Amor distrugge;per la divina tanto l'uom non fuggeche a la fine l'arma non percuotain inferno; qui n'è grav' ella e vuotasempremai soferendo fame e sete.Qual vuole dire c'Amore li ten pro'può star nel mondo d'una parte soloe senza l'ale prender puote volo;se stato fosse figura incarnataun'or nel mondo non sarebbe statama sì distruttano 'nde saria assempro.Che faitefollivoi che date lodoa cosa ch'ogni lume a l'alma spegnee 'l corpo uc[c]ide de le cose degne?Saver né forzo giamai no raquistaciò che si perde per la Morte trista;e quest'è ito di quanto tempo i' odo.