Readme.it in English  home page
Readme.it in Italiano  pagina iniziale
readme.it by logo SoftwareHouse.it

Ebook in formato Kindle (mobi) - Kindle File Ebook (mobi)

Formato per Iphone, Ipad e Ebook (epub) - Ipad, Iphone and Ebook reader format (epub)

Versione ebook di Readme.it powered by Softwarehouse.it


Pacino AngiulieriQuale che per amor s'allegri o canti
Quale che per amor s'allegri o cantiper benenanza ch'ag[g]ia o per piacereio mi lamentolasso dolorosoché mi convene per sospiri e piantia la mia vita mai sempre dolere:ch'io non ispero mai esser gioiosopoi l'avenent' e dolze donna miaè dal secol partitae sua amorosa cera morta giace.PerchéMorte fallaceti piacque adolorar sì la mia vitach'esser non pò ch'io mai alegro sia?Lassoche spessamente il giorno miroal loco ove madonna suol parerema no la veg[g]io sì come già soglio;ond'io coralemente ne sospiroa ciò ched io no l'ag[g]io mai a vedere:com' più vi guardopiù forte mi doglio.Ma non posso gli miei oc[c]hi ritrareche non guardin ne[l] locoove soleano aver lor dilet[t]anza.Tornato m'è 'n fallanza:quanto aver soglio più sollazzo e giococotanto e forte più lo mio penare.Troppo l'amor di voi caro acattaigentil mia donnae mal vidi quella orache fui insieme con voi a parlare:ché tanto tostodonnainamoraic'a la vostra bieltà puosi ben curae fu' mi dato tut[t]o in voi amare.E più contento n'era lo meo coreassaich'io non so dire:c'a me parea c'ogn'altra disparessequante più ne vedesse.Morte spietatanon dovei sofriredi dipartir sì tosto nostro amore!Come sofrir potesticrudel Morted'entrare ne la mia donna amorosain cui regnava tut[t]o piacimento?Credo che solo ti piacesse forteche sempre fosse mia vita dogliosa:però facesti tanto fallimento.Ma Dio no lo dovea già consentireche tanta bieltà fosseper teMortecosì tosto guastata:poi che l'avea criataperché sì brevemente la rimosseche mise i·llei formar tanto disire?Divina MaestàSegnor veraceche perdonasti la gran falligioneche fé Lunginsecondo c'audito ag[g]ioperdona a la mia donna se Ti piaces'unque inverso Te fece offessïoneper giovanezza suo gentil coraggio;e piac[c]iaTi che sua dolze alma siaacolta nel Tuo regnoe posta i·lloco di riposo e d'agioove non sia disagio:a ciò che lo suo core e di ciò degnolo fac[c]ia Tua pietosa segnoria!