Readme.it in English  home page
Readme.it in Italiano  pagina iniziale
readme.it by logo SoftwareHouse.it

Ebook in formato Kindle (mobi) - Kindle File Ebook (mobi)

Formato per Iphone, Ipad e Ebook (epub) - Ipad, Iphone and Ebook reader format (epub)

Versione ebook di Readme.it powered by Softwarehouse.it


Rinaldo d'AquinoVenuto m'è in talento
Venuto m'è in talentodi gioi mi rinovarech'eo l'avea quasi miso in obrianza;ben fora fallimentode lo 'ntut[t]o lassareper perdenzacantare in allegranzapoi ch'eo son dato ne la segnoriad'Amorche solo di piacere natopiacere lo nodrisce e dà crescenza;o vol che fallenzanon agia l'omopoi ch'è suo serventema sia piacentesì che piaccia a li boni e serva a grato;e piacer vol che l'omo allegro sia.Sia di tal movimentoche si faccia laudarechi 'n fino amor vole avere speranzachè per gran valimentosi dovria conquistaregioia amorosa di bona intendanza;poi che tal este l'amorosa viachi vole presio ed esser honoratola via tegna ond'amor si 'ncomenzacioè piacenzaca per piacere avene omo valenteper c'a la gentedeve piacere ed essere inalzatod'Amore chi si mette in sua bailìa.In bailìa e in servimentoson stato e voglio staretutta mia vita d'Amor co leanzapoi che per uno centom'à saputo amendarelo mal ch'eo agio avuto e la pesanzac'a tal m'à datoche non si por[r]iatrovarequando fosse ben tentatouna sì bella con tanta valenzaonde m'agenzaper zo ch'i' l'amo tanto finementec'al mio parventei[o] non por[r]ia d'affanno es[s]er gravatopoi di bon cor tal donna serveria.Serveria a piacimentola più fina d'amareond'io so ric[c]o di gioia d'amanza;e lo mio alegramentonon si por[r]ia contareper zo che la mia donna à perdonanza:e nullo core no lo penseriached i[o] pensando fosse sì penato.Adunque mi' tacer è conoscenza.Mia penitenzaagio compiuta ormai e son gaudentesì che neenteò rimembranza de lo mal passatopoi c'a madonna piace ch'i' 'n gio[i] sia.Gioia e confortamentodi bon cor deo pigliarevedendomi in cotanta benenanzaaver soferimentoe non unque orgogliareinver l'Amor e con umilianzapiacentemente servir tut[t]aviachè nullo bon servente est' ubriato.Gran guiderdon framette soferenzachi per temenzadi troppo dir deve essere tacentetalor si pente.A voi mi laudo donnaa cui son datoumile e servente nott'e dia.sì bella donna nè tanta valenza;perchè m'agenzase tuttor l'amo così finamentechè m'è parventeche non pot'om d'affanno esser gravatoperchè tuttora tal donna disia.Senza ripentimentoben [mi] de' meritarel'Amor che mi disdisse tale amanzapiù mi fue a piacimentoche li oc[c]hi per guardaremi fecero giausire su' sembranza;sì è sovrananon si chereriasua paraperché in gio[i] m'este adoblatolo corech'è d'essa in sovenenza.Agio credenzapoi c'a lei piace ch'eo le sia intendenteche grandementemi faccia benepoi c'ò sì affan[n]ato.Valore à in sè [e] presiata cortesia.Cortese portamentomi fa di gioia darecompitamente ferma sicuranzae lo suo insegnamentomi difende di fareogna cosa che sia contra innoranza.Fami valere più ch'eo non varria;pensando in ella più son confortatod'avere per sua grande caunoscenzala mia intendenzacioè gioia d'amor sì altamentecom'ella senteper lo suo presio avere sormontatoogn'altro presio che si trovaria.