Readme.it in English  home page
Readme.it in Italiano  pagina iniziale
readme.it by logo SoftwareHouse.it

Yoga Roma ParioliI manometri

Ebook in formato Kindle (mobi) - Kindle File Ebook (mobi)

Formato per Iphone, Ipad e Ebook (epub) - Ipad, Iphone and Ebook reader format (epub)

Versione ebook di Readme.it powered by Softwarehouse.it


Giosuè

Giosuè

 

 

 

 

 

Cap. 1

I. CONQUISTA DELLA TERRA PROMESSA

1. PREPARATIVI

Invito a passare nella Terra Promessa

 1  Dopo la morte di Mosèservo del Signoreil Signore disse a Giosuèfiglio di Nunservo di Mosè:  2  «Mosè mio servo è morto; orsùattraversa questo Giordano tu e tutto questo popoloverso il paese che io dò loroagli Israeliti.  3  Ogni luogo che calcherà la pianta dei vostri piedive l'ho assegnatocome ho promesso a Mosè.  4  Dal deserto e dal Libano fino al fiume grandeil fiume Eufratetutto il paese degli Hittitifino al Mar Mediterraneodove tramonta il sole: tali saranno i vostri confini.  5  Nessuno potrà resistere a te per tutti i giorni della tua vita; come sono stato con Mosècosì sarò con te; non ti lascerò né ti abbandonerò.

La fedeltà alla Leggecondizione dell'aiuto divino

 6  Sii coraggioso e fortepoiché tu dovrai mettere questo popolo in possesso della terra che ho giurato ai loro padri di dare loro.  7  Solo sii forte e molto coraggiosocercando di agire secondo tutta la legge che ti ha prescritta Mosèmio servo. Non deviare da essa né a destra né a sinistraperché tu abbia successo in qualunque tua impresa.  8  Non si allontani dalla tua bocca il libro di questa leggema mèditalo giorno e notteperché tu cerchi di agire secondo quanto vi è scritto; poiché allora tu porterai a buon fine le tue imprese e avrai successo.  9  Non ti ho io comandato: Sii forte e coraggioso? Non temere dunque e non spaventartiperché è con te il Signore tuo Diodovunque tu vada».

Concorso delle tribù della Transgiordania

 10  Allora Giosuè comandò agli scribi del popolo:  11  «Passate in mezzo all'accampamento e comandate al popolo: Fatevi provviste di viveripoiché fra tre giorni voi passerete questo Giordanoper andare ad occupare il paese che il Signore vostro Dio vi dà in possesso».

 12  Poi Giosuè disse ai Rubenitiai Gaditi e alla metà della tribù di Manàsse:  13  «Ricordatevi di ciò che vi ha ordinato Mosèservo del Signore: Il Signore Dio vostro vi concede riposo e vi dà questo paese;  14  le vostre moglii vostri bambini e il vostro bestiame rimarranno nella terra che vi ha assegnata Mosè oltre il Giordano; voi tutti inveceprodi guerrieripasserete ben armati davanti ai vostri fratellie li aiuterete 15  finché il Signore conceda riposo ai vostri fratellicome a voie anch'essi siano entrati in possesso del paese che il Signore Dio vostro assegna loro. Allora ritornerete e possederete la terra della vostra ereditàche Mosèservo del Signorediede a voi oltre il Giordanoad oriente».  16  Essi risposero a Giosuè: «Faremo quanto ci hai ordinato e noi andremo dovunque ci manderai.  17  Come abbiamo obbedito in tutto a Mosècosì obbediremo a te; ma il Signore tuo Dio sia con te come è stato con Mosè.  18  Chiunque disprezzerà i tuoi ordini e non obbedirà alle tue parole in quanto ci comanderaisarà messo a morte. Solosii forte e coraggioso».

 

Cap. 2

Le spie di Giosuè a Gerico

 1  In seguito Giosuèfiglio di Nundi nascosto inviò da Sittim due spieingiungendo: «Andateosservate il territorio e Gerico». Essi andarono ed entrarono in casa di una donnauna prostituta chiamata Raabdove passarono la notte.

 2  Ma fu riferito al re di Gerico: «Ecco alcuni degli Israeliti sono venuti qui questa notte per esplorare il paese».  3  Allora il re di Gerico mandò a dire a Raab: «Fà uscire gli uomini che sono venuti da te e sono entrati in casa tuaperché sono venuti per esplorare tutto il paese».  4  Allora la donna prese i due uomini edopo averli nascostirispose: «Sìsono venuti da me quegli uominima non sapevo di dove fossero.  5  Ma quando stava per chiudersi la porta della città al cader della notteessi uscirono e non so dove siano andati. Inseguiteli subito e li raggiungerete».

 6  Essa invece li aveva fatti salire sulla terrazza e li aveva nascosti fra gli steli di lino che vi aveva accatastato.  7  Gli uomini li inseguirono sulla strada del Giordano verso i guadi e si chiuse la portadopo che furono usciti gli inseguitori.

Il patto tra Raab e le spie

 8  Quelli non si erano ancora coricati quando la donna salì da loro sulla terrazza  9  e disse loro: «So che il Signore vi ha assegnato il paeseche il terrore da voi gettato si è abbattuto su di noi e che tutti gli abitanti della regione sono sopraffatti dallo spavento davanti a voi 10  perché abbiamo sentito come il Signore ha prosciugato le acque del Mare Rosso davanti a voialla vostra uscita dall'Egitto e come avete trattato i due re Amorreiche erano oltre il GiordanoSicon ed Ogda voi votati allo sterminio.  11  Lo si è saputo e il nostro cuore è venuto meno e nessuno ardisce di fiatare dinanzi a voiperché il Signore vostro Dio è Dio lassù in cielo e quaggiù sulla terra.  12  Ora giuratemi per il Signore checome io ho usato benevolenzaanche voi userete benevolenza alla casa di mio padre; datemi dunque un segno certo  13  che lascerete vivi mio padremia madrei miei fratellile mie sorelle e quanto loro appartiene e risparmierete le nostre vite dalla morte».  14  Gli uomini le dissero: «A morte le nostre vite al posto vostropurché non riveliate questo nostro affare; quando poi il Signore ci darà il paeseti tratteremo con benevolenza e lealtà».

 15  Allora essa li fece scendere con una corda dalla finestraperché la sua casa era addossata al muro di cinta; infatti sulle mura aveva l'abitazione.  16  Disse loro: «Andate verso la montagnaperché non si imbattano in voi i vostri inseguitori e là rimarrete nascosti tre giorni fino al loro ritorno; poi andrete per la vostra strada».  17  Le risposero allora gli uomini: «Saremo sciolti da questo giuramentoche ci hai fatto farea queste condizioni:  18  quando noi entreremo nel paeselegherai questa cordicella di filo scarlatto alla finestraper la quale ci hai fatto scendere e radunerai presso di te in casa tuo padretua madrei tuoi fratelli e tutta la famiglia di tuo padre.  19  Chiunque allora uscirà dalla porta di casa tuail suo sangue ricadrà sulla sua testa e noi non ne avremo colpa; chiunque invece sarà con te in casail suo sangue ricada sulla nostra testase gli si metterà addosso una mano.  20  Ma se tu rivelerai questo nostro affarenoi saremo liberi da ciò che ci hai fatto giurare».  21  Essa allora rispose: «Sia così secondo le vostre parole». Poi li congedò e quelli se ne andarono. Essa legò la cordicella scarlatta alla finestra.

Ritorno delle spie

 22  Se ne andarono dunque e giunsero alla montagna dove rimasero tre giornifinché non furono tornati gli inseguitori. Gli inseguitori li avevano cercati in ogni direzione senza trovarli.  23  I due uomini allora tornarono sui loro passiscesero dalla montagnapassarono il Giordano e vennero da Giosuèfiglio di Nune gli raccontarono quanto era loro accaduto.  24  Dissero a Giosuè: «Dio ha messo nelle nostre mani tutto il paese e tutti gli abitanti del paese sono gia disfatti dinanzi a noi».

 

Cap. 3

2. PASSAGGIO DEL GIORDANO

Preliminari del passaggio

 1  Giosuè si mise all'opera di buon mattino; partirono da Sittim e giunsero al Giordanolui e tutti gli Israeliti. Lì si accamparono prima di attraversare.  2  Trascorsi tre giornigli scribi passarono in mezzo all'accampamento  3  e diedero al popolo questo ordine: «Quando vedrete l'arca dell'alleanza del Signore Dio vostro e i sacerdoti leviti che la portanovoi vi muoverete dal vostro posto e la seguirete;  4  ma tra voi ed essa vi sarà la distanza di circa duemila cùbiti: non avvicinatevi. Così potrete conoscere la strada dove andareperché prima d'oggi non siete passati per questa strada».  5  Poi Giosuè disse al popolo: «Santificatevipoiché domani il Signore compirà meraviglie in mezzo a voi».  6  Giosuè disse ai sacerdoti: «Portate l'arca dell'alleanza e passate davanti al popolo». Essi portarono l'arca dell'alleanza e camminarono davanti al popolo.

Ultime istruzioni

 7  Disse allora il Signore a Giosuè: «Oggi stesso comincerò a glorificarti agli occhi di tutto Israeleperché sappiano che come sono stato con Mosècosì sarò con te.  8  Tu ordinerai ai sacerdoti che portano l'arca dell'alleanza: Quando sarete giunti alla riva delle acque del Giordanovoi vi fermerete».  9  Disse allora Giosuè agli Israeliti: «Avvicinatevi e ascoltate gli ordini del Signore Dio vostro».  10  Continuò Giosuè: «Da ciò saprete che il Dio vivente è in mezzo a voi e checertoscaccerà dinanzi a voi il Cananeol'Hittital'Eveoil Perizzitail Gergeseol'Amorreo e il Gebuseo.  11  Ecco l'arca dell'alleanza del Signore di tutta la terra passa dinanzi a voi nel Giordano.  12  Ora sceglietevi dodici uomini dalle tribù di Israeleun uomo per ogni tribù.  13  Quando le piante dei piedi dei sacerdoti che portano l'arca di DioSignore di tutta la terrasi poseranno sulle acque del Giordanole acque del Giordano si divideranno; le acque che scendono dalla parte superiore si fermeranno come un solo argine».

Il passaggio del fiume

 14  Quando il popolo si mosse dalle sue tende per attraversare il Giordanoi sacerdoti che portavano l'arca dell'alleanza camminavano davanti al popolo.  15  Appena i portatori dell'arca furono arrivati al Giordano e i piedi dei sacerdoti che portavano l'arca si immersero al limite delle acque - il Giordano infatti durante tutti i giorni della mietitura è gonfio fin sopra tutte le sponde -  16  si fermarono le acque che fluivano dall'alto e stettero come un solo argine a grande distanzain Adamala città che è presso Zartanmentre quelle che scorrevano verso il mare dell'Arabail Mar Mortose ne staccarono completamente e il popolo passò di fronte a Gerico.  17  I sacerdoti che portavano l'arca dell'alleanza del Signore si fermarono immobili all'asciutto in mezzo al Giordanomentre tutto Israele passava all'asciuttofinché tutta la gente non ebbe finito di attraversare il Giordano.

 

Cap. 4

Le dodici pietre commemorative

 1  Quando tutta la gente ebbe finito di attraversare il Giordanoil Signore disse a Giosuè:  2  «Sceglietevi dal popolo dodici uominiun uomo per ogni tribù 3  e comandate loro: Prendetevi dodici pietre da quiin mezzo al Giordanodal luogo dove stanno immobili i piedi dei sacerdoti; trasportatele con voi e deponetele nel luogodove vi accamperete questa notte».  4  Allora Giosuè convocò i dodici uominiche aveva designati tra gli Israelitiun uomo per ogni tribù 5  e disse loro: «Passate davanti all'arca del Signore vostro Dio in mezzo al Giordano e caricatevi sulle spalle ciascuno una pietrasecondo il numero delle tribù degli Israeliti 6  perché diventino un segno in mezzo a voi. Quando domani i vostri figli vi chiederanno: Che significano per voi queste pietre?  7  risponderete loro: Perché si divisero le acque del Giordano dinanzi all'arca dell'alleanza del Signore; mentre essa attraversava il Giordanole acque del Giordano si divisero e queste pietre dovranno essere un memoriale per gli Israelitiper sempre».  8  Fecero dunque gli Israeliti come aveva comandato Giosuèpresero dodici pietre in mezzo al Giordanosecondo quanto aveva comandato il Signore a Giosuèin base al numero delle tribù degli Israelitile trasportarono con sé verso l'accampamento e le deposero in quel luogo.

 9  Giosuè fece collocare altre dodici pietre in mezzo al Giordanonel luogo dove poggiavano i piedi dei sacerdoti che portavano l'arca dell'alleanza: esse si trovano là fino ad oggi.

Fine del passaggio

 10  I sacerdoti che portavano l'arca si erano fermati in mezzo al Giordanofinché fosse eseguito ogni ordine che il Signore aveva comandato a Giosuè di comunicare al popoloe secondo tutte le prescrizioni di Mosè a Giosuè. Il popolo dunque si affrettò a passare.  11  Quando poi tutto il popolo ebbe terminato la traversatapassò l'arca del Signore e i sacerdotidinanzi al popolo.  12  Passarono i figli di Rubeni figli di Gad e metà della tribù di Manàsseben armatidavanti agli Israelitisecondo quanto aveva comandato loro Mosè;  13  circa quarantamilaarmati per la guerrapassarono davanti al Signore per il combattimento verso le steppe di Gerico.

 14  In quel giorno il Signore glorificò Giosuè agli occhi di tutto Israele e lo temetterocome avevano temuto Mosè in tutti i giorni della sua vita.

 15  Disse allora il Signore a Giosuè:  16  «Comanda ai sacerdoti che portano l'arca della testimonianza che salgano dal Giordano».  17  Giosuè comandò ai sacerdoti: «Salite dal Giordano».  18  Non appena i sacerdotiche portavano l'arca dell'alleanza del Signorefurono saliti dal Giordanomentre le piante dei piedi dei sacerdoti raggiungevano l'asciuttole acque del Giordano tornarono al loro posto e rifluirono come prima su tutta l'ampiezza delle loro sponde.

Arrivo a Gàlgala

 19  Il popolo salì dal Giordano il dieci del primo mese e si accampò in Gàlgaladalla parte orientale di Gerico.  20  Quelle dodici pietre che avevano portate dal GiordanoGiosuè le eresse in Gàlgala.  21  Si rivolse poi agli Israeliti: «Quando domani i vostri figli interrogheranno i loro padri: Che cosa sono queste pietre? 22  farete sapere ai vostri figli: All'asciutto Israele ha attraversato questo Giordano 23  poiché il Signore Dio vostro prosciugò le acque del Giordano dinanzi a voifinché foste passaticome fece il Signore Dio vostro al Mare Rossoche prosciugò davanti a noi finché non fummo passati;  24  perché tutti i popoli della terra sappiano quanto è forte la mano del Signore e temiate il Signore Dio vostroper sempre».

 

Cap. 5

Terrore dei popoli a ovest del Giordano

 1  Quando tutti i re degli Amorreiche sono oltre il Giordano ad occidentee tutti i re dei Cananeiche erano presso il mareseppero che il Signore aveva prosciugato le acque del Giordano davanti agli Israelitifinché furono passatisi sentirono venir meno il cuore e non ebbero più fiato davanti agli Israeliti.

La circoncisione degli Ebrei a Gàlgala

 2  In quel tempo il Signore disse a Giosuè: «Fatti coltelli di selce e circoncidi di nuovo gli Israeliti».  3  Giosuè si fece coltelli di selce e circoncise gli Israeliti alla collina Aralot.  4  La ragione per cui Giosuè fece praticare la circoncisione è la seguente: tutto il popolo uscito dall'Egittoi maschitutti gli uomini atti alla guerramorirono nel deserto dopo l'uscita dall'Egitto;  5  mentre tutto quel popolo che ne era uscito era circoncisotutto il popolo nato nel desertodopo l'uscita dall'Egittonon era circonciso.  6  Quarant'anni infatti camminarono gli Israeliti nel desertofinché fu estinta tutta la nazionecioè gli uomini atti alla guerra usciti dall'Egittoi quali non avevano ascoltato la voce del Signore e ai quali il Signore aveva giurato di non mostrare loro quella terradove scorre latte e mieleche il Signore aveva giurato ai padri di darci 7  ma al loro posto fece sorgere i loro figli e questi circoncise Giosuè; non erano infatti circoncisi perché non era stata fatta la circoncisione durante il viaggio.  8  Quando si terminò di circoncidere tutta la nazionerimasero al loro posto nell'accampamento finché furono guariti.  9  Allora il Signore disse a Giosuè: «Oggi ho allontanato da voi l'infamia d'Egitto». Quel luogo si chiamò Gàlgala fino ad oggi.

La celebrazione della pasqua

 10  Si accamparono dunque in Gàlgala gli Israeliti e celebrarono la pasqua al quattordici del mesealla seranella steppa di Gerico.  11  Il giorno dopo la pasqua mangiarono i prodotti della regioneazzimi e frumento abbrustolito in quello stesso giorno.  12  La manna cessò il giorno dopocome essi ebbero mangiato i prodotti della terra e non ci fu più manna per gli Israeliti; in quell'anno mangiarono i frutti della terra di Canaan.

3. LA CONQUISTA DI GERICO

Preludio: teofania

 13  Mentre Giosuè era presso Gericoalzò gli occhi ed eccovide un uomo in piedi davanti a sé che aveva in mano una spada sguainata. Giosuè si diresse verso di lui e gli chiese: «Tu sei per noi o per i nostri avversari?».  14  Rispose: «Noio sono il capo dell'esercito del Signore. Giungo proprio ora». Allora Giosuè cadde con la faccia a terrasi prostrò e gli disse: «Che dice il mio signore al suo servo?».  15  Rispose il capo dell'esercito del Signore a Giosuè: «Togliti i sandali dai tuoi piediperché il luogo sul quale tu stai è santo». Giosuè così fece.

 

Cap. 6

Presa di Gerico

 1  Ora Gerico era saldamente sbarrata dinanzi agli Israeliti; nessuno usciva e nessuno entrava.  2  Disse il Signore a Giosuè: «Vediio ti metto in mano Gerico e il suo re. Voi tutti prodi guerrieri 3  tutti atti alla guerragirerete intorno alla cittàfacendo il circuito della città una volta. Così farete per sei giorni.  4  Sette sacerdoti porteranno sette trombe di corno d'ariete davanti all'arca; il settimo giorno poi girerete intorno alla città per sette volte e i sacerdoti suoneranno le trombe.  5  Quando si suonerà il corno dell'arieteappena voi sentirete il suono della trombatutto il popolo proromperà in un grande grido di guerraallora le mura della città crolleranno e il popolo entreràciascuno diritto davanti a sé».

 6  Giosuèfiglio di Nunconvocò i sacerdoti e disse loro: «Portate l'arca dell'alleanza; sette sacerdoti portino sette trombe di corno d'ariete davanti all'arca del Signore».  7  Disse al popolo: «Mettetevi in marcia e girate intorno alla città e il gruppo armato passi davanti all'arca del Signore».  8  Come Giosuè ebbe parlato al popoloi sette sacerdotiche portavano le sette trombe d'ariete davanti al Signoresi mossero e suonarono le trombementre l'arca dell'alleanza del Signore li seguiva;  9  l'avanguardia precedeva i sacerdoti che suonavano le trombe e la retroguardia seguiva l'arca; si procedeva a suon di tromba.  10  Al popolo Giosuè aveva ordinato: «Non urlatenon fate neppur sentire la voce e non una parola esca dalla vostra bocca finché vi dirò: Lanciate il grido di guerraallora griderete».  11  L'arca del Signore girò intorno alla città facendo il circuito una voltapoi tornarono nell'accampamento e passarono la notte nell'accampamento.

 12  Di buon mattino Giosuè si alzò e i sacerdoti portarono l'arca del Signore;  13  i sette sacerdotiche portavano le sette trombe di ariete davanti all'arca del Signoreavanzavano suonando le trombe; l'avanguardia li precedeva e la retroguardia seguiva l'arca del Signore; si marciava a suon di tromba.  14  Girarono intorno alla cittàil secondo giornouna volta e tornarono poi all'accampamento. Così fecero per sei giorni.

 15  Al settimo giorno essi si alzarono al sorgere dell'aurora e girarono intorno alla città in questo modo per sette volte; soltanto in quel giorno fecero sette volte il giro intorno alla città.  16  Alla settima volta i sacerdoti diedero fiato alle trombe e Giosuè disse al popolo: «Lanciate il grido di guerra perché il Signore mette in vostro potere la città.

Gerico votata allo sterminio

 17  La città con quanto vi è in essa sarà votata allo sterminio per il Signore; soltanto Raabla prostitutavivrà e chiunque è con lei nella casaperché ha nascosto i messaggeri che noi avevamo inviati.  18  Solo guardatevi da ciò che è votato allo sterminioperchémentre eseguite la distruzionenon prendiate qualche cosa di ciò che è votato allo sterminio e rendiate così votato allo sterminio l'accampamento di Israele e gli portiate disgrazia.  19  Tutto l'argentol'oro e gli oggetti di rame e di ferro sono cosa sacra per il Signoredevono entrare nel tesoro del Signore».  20  Allora il popolo lanciò il grido di guerra e si suonarono le trombe. Come il popolo udì il suono della tromba ed ebbe lanciato un grande grido di guerrale mura della città crollarono; il popolo allora salì verso la cittàciascuno diritto davanti a sée occuparono la città.  21  Votarono poi allo sterminiopassando a fil di spadaogni essere che era nella cittàdall'uomo alla donnadal giovane al vecchioe perfino il buel'ariete e l'asino.

La casa di Raab preservata

 22  Ai due uomini che avevano esplorato il paeseGiosuè disse: «Entrate nella casa della prostitutaconducete fuori lei e quanto le appartienecome le avete giurato».  23  Entrarono i giovani esploratori e condussero fuori Raabsuo padresua madrei suoi fratelli e tutto quanto le apparteneva; fecero uscire tutta la sua famiglia e li stabilirono fuori dell'accampamento di Israele.  24  Incendiarono poi la città e quanto vi erasoltanto l'argentol'oro e gli oggetti di rame e di ferro deposero nel tesoro della casa del Signore.  25  Giosuè però lasciò in vita Raabla prostitutala casa di suo padre e quanto le appartenevaed essa abita in mezzo ad Israele fino ad oggiperché aveva nascosto gli esploratori che Giosuè aveva inviato a Gerico.

Maledizione a chi ricostruirà Gerico

 26  In quella circostanza Giosuè fece giurare: «Maledetto davanti al Signore l'uomo che si alzerà e ricostruirà questa città di Gerico! Sul suo primogenito ne getterà le fondamenta e sul figlio minore ne erigerà le porte!».

 27  Il Signore fu con Giosuèla cui fama si sparse in tutto il paese.

 

Cap. 7

Violazione del voto di sterminio

 1  Gli Israeliti si resero colpevoli di violazione quanto allo sterminio: Acanfiglio di Carmifiglio di Zabdifiglio di Zerachdella tribù di Giudasi impadronì di quanto era votato allo sterminio e allora la collera del Signore si accese contro gli Israeliti.

Scacco davanti ad Aisanzione del sacrilegio

 2  Giosuè inviò uomini di Gerico ad Aiche è presso Bet-Avenad oriente di Betel. Disse loro: «Andate a esplorare la regione». Gli uomini andarono a esplorare Ai.  3  Poi ritornarono da Giosuè e gli dissero: «Non vada tutto il popolo; vadano all'assalto due o tremila uomini per espugnare Ai; non impegnateci tutto il popoloperché sono pochi».  4  Vi andarono allora del popolo circa tremila uominima si diedero alla fuga dinanzi agli uomini di Ai.  5  Gli uomini di Ai ne uccisero circa trentaseili inseguirono davanti alla porta fino a Sebarim e li colpirono nella discesa. Allora al popolo venne meno il cuore e si sciolse come acqua.

Preghiera di Giosuè

 6  Giosuè si stracciò le vestisi prostrò con la faccia a terra davanti all'arca del Signore fino alla sera e con lui gli anziani di Israele e sparsero polvere sul loro capo.  7  Giosuè esclamò: «Signore Dioperché hai fatto passare il Giordano a questo popoloper metterci poi nelle mani dell'Amorreo e distruggerci? Se avessimo deciso di stabilirci oltre il Giordano!  8  PerdonamiSignore: che posso diredopo che Israele ha voltato le spalle ai suoi nemici?  9  Lo sapranno i Cananei e tutti gli abitanti della regioneci accerchieranno e cancelleranno il nostro nome dal paese. E che farai tu per il tuo grande nome?».

Risposta del Signore

 10  Rispose il Signore a Giosuè: «Alzatiperché stai prostrato sulla faccia?  11  Israele ha peccato. Essi hanno trasgredito l'alleanza che avevo loro prescritto e hanno preso ciò che era votato allo sterminio: hanno rubatohanno dissimulato e messo nei loro sacchi!  12  Gli Israeliti non potranno resistere ai loro nemicivolteranno le spalle ai loro nemiciperché sono incorsi nello sterminio. Non sarò più con voise non eliminerete da voi chi è incorso nello sterminio.  13  Orsùsantifica il popolo.

Dirai: Santificatevi per domaniperché dice il SignoreDio di Israele: Uno votato allo sterminio è in mezzo a teIsraele; tu non potrai resistere ai tuoi nemicifinché non eliminerete da voi chi è votato allo sterminio.  14  Vi accosterete dunque domattina secondo le vostre tribù; la tribù che il Signore avrà designato con la sorte si accosterà per famiglie e la famiglia che il Signore avrà designata si accosterà per case; la casa che il Signore avrà designata si accosterà per individui;  15  colui che risulterà votato allo sterminio sarà bruciato dal fuoco con quanto è suoperché ha trasgredito l'alleanza del Signore e ha commesso un'infamia in Israele».

Scoperta e castigo del colpevole

 16  Giosuè si alzò di buon mattino e fece accostare Israele secondo le sue tribù e fu designata dalla sorte la tribù di Giuda.  17  Fece accostare le famiglie di Giuda e fu designata la famiglia degli Zerachiti; fece accostare la famiglia degli Zerachiti per case e fu designato Zabdi;  18  fece accostare la sua casa per individui e fu designato dalla sorte Acanfiglio di Carmifiglio di Zabdifiglio di Zerachdella tribù di Giuda.  19  Disse allora Giosuè ad Acan: «Figlio miodà gloria al SignoreDio di Israelee rendigli omaggio e raccontami ciò che hai fattonon me lo nascondere».  20  Rispose Acan a Giosuè: «In veritàproprio io ho peccato contro il SignoreDio di Israelee ho fatto questo e quest'altro.  21  Avevo visto nel bottino un bel mantello di Sennaarduecento sicli d'argento e un lingotto d'oro del peso di cinquanta sicli; ne sentii bramosia e li presi ed eccoli nascosti in terra in mezzo alla mia tenda e l'argento è sotto».  22  Giosuè mandò allora messaggeri che corsero alla tendaed ecco tutto era nascosto nella tenda e l'argento era sotto.  23  Li presero dalla tendali portarono a Giosuè e a tutti gli Israeliti e li deposero davanti al Signore.  24  Giosuè allora prese Acan di Zerach e l'argentoil mantelloil lingotto d'oroi suoi figlile sue figlieil suo bueil suo asinole sue pecorela sua tenda e quanto gli apparteneva. Tutto Israele lo seguiva ed egli li condusse alla valle di Acor.  25  Giosuè disse: «Come tu hai portato sventura a noicosì il Signore oggi la porti a te!». Tutto Israele lo lapidòli bruciarono tutti e li uccisero tutti a sassate.  26  Eressero poi sul posto un gran mucchio di pietreche esiste fino ad oggi. Il Signore allora desistette dal suo tremendo sdegno. Per questo quel luogo si chiama fino ad oggi Valle di Acor.

 

Cap. 8

4. PRESA DI AI

Ordine dato a Giosuè

 1  Il Signore disse a Giosuè: «Non temere e non abbatterti. Prendi con te tutti i guerrieri. Suvà contro Ai. Vediio ti metto in mano il re di Aiil suo popolola sua città e il suo territorio.  2  Farai ad Ai e al suo re come hai fatto a Gerico e al suo re; tuttavia prenderete per voi il suo bottino e il suo bestiame. Tendi un agguato contro Aidietro ad essa».

Manovra di Giosuè

 3  Giosuè dunque e tutti quelli del popolo atti alla guerra si accinsero ad assalire Ai; Giosuè scelse trentamila uominiguerrieri valentili inviò di notte  4  e comandò loro: «State attenti: voi tenderete un agguato contro la cittàdietro ad essa. Non allontanatevi troppo dalla città e state tutti pronti.  5  Iocon tutta la gentemi avvicinerò alla città. Oraquando essi usciranno contro di noi come l'altra voltanoi fuggiremo davanti a loro.  6  Essi usciranno ad inseguirci finché noi li avremo tirati lontani dalla cittàperché diranno: Fuggono davanti a noi come l'altra volta! Mentre noi fuggiremo davanti a loro 7  voi balzerete dall'agguato e occuperete la città e il Signore vostro Dio la metterà in vostro potere.  8  Come l'avrete in potereappiccherete il fuoco alla città: farete secondo il comando del Signore. Fate attenzione! Questo è il mio comando».  9  Giosuè allora li inviò ed essi andarono al luogo dell'agguato e si posero fra Betel e Aiad occidente di Ai; Giosuè passò quella notte in mezzo al popolo.  10  Si alzò di buon mattinopassò in rassegna il popolo e andò con gli anziani di Israele alla testa del popolo verso Ai.  11  Tutti quelli del popolo atti alla guerrache erano con luisalendo avanzarono e arrivarono di fronte alla città e si accamparono a nord di Ai. Tra Giosuè e Ai c'era di mezzo la valle.  12  Prese circa cinquemila uomini e li pose in agguato tra Betel e Aiad occidente della città.  13  Il popolo pose l'accampamento a nord di Ai mentre l'agguato era ad occidente della città; Giosuè andò quella notte in mezzo alla valle.

Battaglia di Ai

 14  Non appena il re di Ai si accorse di ciògli uomini della città si alzarono in fretta e uscirono per il combattimento incontro ad Israeleil re con tutto il popoloverso il pendio di fronte all'Araba. Egli non s'accorse che era teso un agguato contro di lui dietro la città.  15  Giosuè e tutto Israele si diedero per vinti dinanzi a loro e fuggirono per la via del deserto.  16  Tutta la gente che era dentro la città corse ad inseguirli; inseguirono Giosuè e furono attirati lontano dalla città.  17  Non ci rimase in Ai nessuno che non inseguisse Israele e così lasciarono aperta la città per inseguire Israele.

 18  Disse allora il Signore a Giosuè: «Tendi verso la città il giavellotto che tieni in manoperché io te la metto nelle mani». Giosuè tese il giavellottoche teneva in manoverso la città.  19  Come ebbe stesa la manoquelli che erano in agguato balzarono subito dal loro nascondiglioentrarono di corsa nella cittàla occuparono e s'affrettarono ad appiccarvi il fuoco.

 20  Gli uomini di Ai si voltarono indietro ed ecco videro che il fumo della città si alzava verso il cielo. Allora non ci fu più possibilità per loro di fuggire in alcuna direzionementre il popolo che fuggiva verso il deserto si rivolgeva contro quelli che lo inseguivano.  21  Infatti Giosuè e tutto Israele s'erano accorti che il gruppo in agguato aveva occupata la città e che il fumo della città si era levato; si voltarono dunque indietro e colpirono gli uomini di Ai.  22  Anche gli altri uscirono dalcirono dalla città contro di loroe così i combattenti di Ai si trovarono in mezzo agli Israelitiavendoli da una parte e dall'altra. Li colpirono finché non rimase nessun superstite e fuggiasco.  23  Il re di Ai lo presero vivo e lo condussero da Giosuè.  24  Quando Israele ebbe finito di uccidere tutti i combattenti di Ai nella campagnanel desertodove quelli li avevano inseguitie tutti fino all'ultimo furono caduti sotto i colpi della sIsraeliti si riversarono in massa in Ai e la colpirono a fil di spada.  25  Tutti i caduti in quel giornouomini e donnefurono dodicimilatutti di Ai.

Lo sterminio e la rovina

 26  Giosuè non ritirò la manoche brandiva il giavellottofinché non ebbero votato allo sterminio tutti gli abitanti di Ai.  27  Gli Israelitisecondo l'ordine che il Signore aveva dato a Giosuètrattennero per sé soltanto il bestiame e il bottino della città.  28  Poi Giosuè incendiò Ai e ne fece una rovina per sempreuna desolazione fino ad oggi.  29  Fece appendere il re di Ai ad un albero fino alla sera. Al calar del sole Giosuè comandò che il suo cadavere fosse calato dall'albero; lo gettarono all'ingresso della porta della città e vi eressero sopra un gran mucchio di pietreche dura fino ad oggi.

5. SACRIFICIO E LETTURA DELLA LEGGE SUL MONTE EBAL

L'altare di pietra grezza

 30  In quell'occasione Giosuè costruì un altare al SignoreDio di Israelesul monte Ebal 31  secondo quanto aveva ordinato Mosèservo del Signoreagli Israeliticome è scritto nel libro della legge di Mosèun altare di pietre intattenon toccate dal ferro; vi si sacrificarono sopra olocausti e si offrirono sacrifici di comunione.

Lettura della legge

 32  In quel luogo scrisse sulle pietre una copia della legge di Mosèche questi aveva scritto per gli Israeliti.  33  Tutto Israelei suoi anzianii suoi scribitutti i suoi giudiciforestieri e cittadini stavano in piedi da una parte e dall'altra dell'arcadi fronte ai sacerdoti levitiche portavano l'arca dell'alleanza del Signoreuna metà verso il monte Garizim e l'altra metà verso il monte Ebalcome aveva prima prescritto Mosèservo del Signoreper benedire il popolo di Israele.  34  Giosuè lesse tutte le parole della leggela benedizione e la maledizionesecondo quanto è scritto nel libro della legge.  35  Non ci fu paroladi quante Mosè aveva comandateche Giosuè non leggesse davanti a tutta l'assemblea di Israelecomprese le donnei fanciulli e i forestieri che soggiornavano in mezzo a loro.

 

Cap. 9

6. IL TRATTATO TRA ISRAELE E GLI ABITANTI DI GABAON

Coalizione contro Israele

 1  Non appena ebbero udito questi fattitutti i re che si trovavano oltre il Giordanonella zona montuosanel bassopiano collinoso e lungo tutto il litorale del Mar Mediterraneo verso il Libanogli Hittitigli Amorreii Cananeii Perizzitigli Eveii Gebusei 2  si allearono per far guerra di comune accordo contro Giosuè e Israele.

Astuzia degli abitanti di Gàbaon

 3  Invece gli abitanti di Gàbaonquando ebbero sentito ciò che Giosuè aveva fatto a Gerico e ad Ai 4  ricorsero da parte loro ad un'astuzia: andarono a rifornirsi di vettovagliepresero sacchi sdrusciti per i loro asiniotri di vino consuntirotti e rappezzati 5  si misero ai piedi sandali strappati e ricucitiaddosso vestiti logori. Tutto il pane della loro provvigione era secco e sbriciolato.  6  Andarono poi da Giosuè all'accampamento di Gàlgala e dissero a lui e agli Israeliti: «Veniamo da un paese lontano; stringete con noi un'alleanza».  7  La gente di Israele rispose loro: «Forse abitate in mezzo a noi e come possiamo stringere alleanza con voi?».  8  Risposero a Giosuè: «Noi siamo tuoi servi!» e Giosuè chiese loro: «Chi siete e da dove venite?».  9  Gli risposero: «I tuoi servi vengono da un paese molto lontanoa causa del nome del Signore Dio tuopoiché abbiamo udito della sua famadi quanto ha fatto in Egitto 10  di quanto ha fatto ai due re degli Amorreiche erano oltre il Giordanoa Siconre di Chesbone ad Ogre di Basanche era ad Astarot.  11  Ci dissero allora i nostri vecchi e tutti gli abitanti del nostro paese: Rifornitevi di provviste per la stradaandate loro incontro e dite loro: Noi siamo servi vostristringete dunque un'alleanza con noi.  12  Questo è il nostro pane: caldo noi lo prendemmo come provvista nelle nostre case quando uscimmo per venire da voi e ora eccolo secco e ridotto in briciole;  13  questi otri di vinoche noi riempimmo nuovieccoli rotti e questi nostri vestiti e i nostri sandali sono consunti per il cammino molto lungo».  14  La gente allora prese le loro provviste senza consultare l'oracolo del Signore.  15  Giosuè fece pace con loro e stipulò l'alleanza di lasciarli vivere; i capi della comunità s'impegnarono verso di loro con giuramento.

 16  Tre giorni dopo avere stipulato con essi il pattogli Israeliti vennero a sapere che quelli erano loro vicini e abitavano in mezzo a loro.  17  Allora gli Israeliti partirono e il terzo giorno entrarono nelle loro città: le loro città erano GàbaonChefiraBeerot e Kiriat-Iarim.  18  Ma gli Israeliti non li ucciseroperché i capi della comunità avevano loro giurato per il SignoreDio di Israelee tutta la comunità si lamentò dei capi.

Statuto degli abitanti di Gàbaon

 19  Dissero allora tutti i capi dell'intera comunità: «Noi abbiamo loro giurato per il SignoreDio di Israelee ora non possiamo colpirli.  20  Faremo loro questo: li lasceremo vivere e così non ci sarà su di noi lo sdegnoa causa del giuramento che abbiamo loro prestato».  21  Ma aggiunsero i capi: «Vivano puresiano però tagliatori di legna e portatori d'acqua per tutta la comunità». Come i capi ebbero loro parlato 22  Giosuè chiamò i Gabaoniti e disse loro: «Perché ci avete ingannatidicendo: Noi abitiamo molto lontano da voimentre abitate in mezzo a noi?  23  Orbene voi siete maledetti e nessuno di voi cesserà di essere schiavo e di tagliar legna e di portare acqua per la casa del mio Dio».  24  Risposero a Giosuè e dissero: «Era stato riferito ai tuoi servi quanto il Signore Dio tuo aveva ordinato a Mosè suo servodi dare cioè a voi tutto il paese e di sterminare dinanzi a voi tutti gli abitanti del paese; allora abbiamo avuto molto timore per le nostre vite a causa vostra e perciò facemmo tal cosa.  25  Ora eccoci nelle tue manitrattaci pure secondo quanto è buono e giusto ai tuoi occhi».  26  Li trattò allora in questo modo: li salvò dalla mano degli Israelitiche non li uccisero;  27  e in quel giornoGiosuè li costituì tagliatori di legna e portatori di acqua per la comunità e per l'altare del Signorenel luogo che Egli avrebbe sceltofino ad oggi.

 

Cap. 10

7. COALIZIONE DEI CINQUE RE AMORREI. CONQUISTA DEL SUD PALESTINESE

Cinque re muovono guerra a Gàbaon

 1  Quando Adoni-Zedekre di Gerusalemmevenne a sapere che Giosuè aveva preso Ai e l'aveva votata allo sterminioe checome aveva fatto a Gerico e al suo reaveva fatto ad Ai e al suo re e che gli abitanti di Gàbaon avevano fatto pace con gli Israeliti e si trovavano ormai in mezzo a loro 2  ebbe grande pauraperché Gàbaonuna delle città regaliera più grande di Ai e tutti i suoi uomini erano valorosi.  3  Allora Adoni-Zedekre di Gerusalemmemandò a dire a Oamre di Ebrona Pireamre di Iarmuta Iafiare di Lachis e a Debirre di Eglon:  4  «Venite da meaiutatemi e assaltiamo Gàbaonperché ha fatto pace con Giosuè e con gli Israeliti».  5  Quelli si unirono e i cinque re amorreiil re di Gerusalemmeil re di Ebronil re di Iarmutil re di Lachis ed il re di Eglonvennero con tutte le loro truppesi accamparono contro Gàbaon e le diedero battaglia.

 6  Allora gli uomini di Gàbaon mandarono a dire a Giosuèall'accampamento di Gàlgala: «Non privare del tuo aiuto i tuoi servi. Vieni presto da noi; salvaci e aiutaciperché si sono alleati contro di noi tutti i re degli Amorreiche abitano sulle montagne».

 7  Giosuè partì da Gàlgala con tutta la gente di guerra e tutti i prodi guerrieri.  8  Allora il Signore disse a Giosuè: «Non aver paura di loroperché li metto in tuo potere; nessuno di loro resisterà davanti a te».

 9  Giosuè piombò su di loro d'improvviso: tutta la notte aveva marciatopartendo da Gàlgala.

 10  Il Signore mise lo scompiglio in mezzo a loro dinanzi ad Israeleche inflisse loro in Gàbaon una grande disfattali inseguì verso la salita di Bet-Coron e li battè fino ad Azeka e fino a Makkeda.  11  Mentre essi fuggivano dinanzi ad Israele ed erano alla discesa di Bet-Coronil Signore lanciò dal cielo su di essi come grosse pietre fino ad Azeka e molti morirono. Coloro che morirono per le pietre della grandine furono più di quanti ne uccidessero gli Israeliti con la spada.  12  Alloraquando il Signore mise gli Amorrei nelle mani degli IsraelitiGiosuè disse al Signore sotto gli occhi di Israele:

«Solefèrmati in Gàbaon
e tulunasulla valle di Aialon».
 13  Si fermò il sole
e la luna rimase immobile
finché il popolo non si vendicò dei nemici.

Non è forse scritto nel libro del Giusto: «Stette fermo il sole in mezzo al cielo e non si affrettò a calare quasi un giorno intero.  14  Non ci fu giorno come quelloné prima né dopoperché aveva ascoltato il Signore la voce d'un uomoperché il Signore combatteva per Israele»?

 15  Poi Giosuè con tutto Israele ritornò all'accampamento di Gàlgala.

Cinque re nella grotta di Makkeda

 16  Quei cinque re erano fuggiti e si erano nascosti nella grotta in Makkeda.  17  Fu portata a Giosuè la notizia: «Sono stati trovati i cinque renascosti nella grotta in Makkeda».  18  Disse loro Giosuè: «Rotolate grosse pietre contro l'entrata della grotta e fate restare presso di essa uomini per sorvegliarli.  19  Voi però non fermateviinseguite i vostri nemiciattaccateli nella retroguardia e non permettete loro di entrare nelle loro cittàperché il Signore Dio vostro li mette nelle vostre mani».  20  Quando Giosuè e gli Israeliti ebbero terminato di infliggere loro una strage enorme così da finirlie i superstiti furono loro sfuggiti ed entrati nelle fortezze 21  ritornò tutto il popolo all'accampamento presso Giosuèin Makkedain pace. Nessuno mosse più la lingua contro gli Israeliti.

 22  Disse allora Giosuè: «Aprite l'ingresso della grotta e fatemi uscire dalla grotta quei cinque re».  23  Così fecero e condussero a lui fuori dalla grotta quei cinque reil re di Gerusalemmeil re di Ebronil re di Iarmutil re di Lachis e il re di Eglon.  24  Quando quei cinque re furono fatti uscire dinanzi a Giosuèegli convocò tutti gli Israeliti e disse ai capi dei guerrieri che avevano marciato con lui: «Accostatevi e ponete i vostri piedi sul collo di questi re!». Quelli s'accostarono e posero i piedi sul loro collo.  25  Disse loro Giosuè: «Non temete e non spaventatevi! Siate forti e coraggiosiperché così farà il Signore a tutti i nemicicontro cui dovrete combattere».  26  Dopo di ciòGiosuè li colpì e li uccise e li fece impiccare a cinque alberiai quali rimasero appesi fino alla sera.  27  All'ora del tramontoper ordine di Giosuèli calarono dagli alberili gettarono nella grotta dove si erano nascosti e posero grosse pietre all'ingresso della grotta: vi sono fino ad oggi.

Conquista delle città meridionali di Canaan

 28  Giosuè in quel giorno si impadronì di Makkedala passò a fil di spada con il suo revotò allo sterminio loro e ogni essere vivente che era in essanon lasciò un superstite e trattò il re di Makkeda come aveva trattato il re di Gerico.

 29  Giosuè poie con lui Israelepassò da Makkeda a Libna e mosse guerra contro Libna.  30  Il Signore mise anch'essa e il suo re in potere di Israeleche la passò a fil di spada con ogni essere vivente che era in essa; non vi lasciò alcun superstite e trattò il suo re come aveva trattato il re di Gerico.

 31  Poi Giosuèe con lui tutto Israelepassò da Libna a Lachis e si accampò contro di essa e le mosse guerra.  32  Il Signore mise Lachis in potere di Israeleche la prese il secondo giorno e la passò a fil di spada con ogni essere vivente che era in essacome aveva fatto a Libna.  33  Alloraper venire in aiuto a Lachisera partito Oamre di Ghezere Giosuè battè lui e il suo popolofino a non lasciargli alcun superstite.

 34  Poi Giosuèe con lui tutto Israelepassò da Lachis ad Eglonsi accamparono contro di essa e le mossero guerra.  35  In quel giorno la presero e la passarono a fil di spada e votarono allo sterminioin quel giornoogni essere vivente che era in essacome aveva fatto a Lachis.  36  Giosuè poie con lui tutto Israelesalì da Eglon ad Ebron e le mossero guerra.  37  La presero e la passarono a fil di spada con il suo retutti i suoi villaggi e ogni essere vivente che era in essa; non lasciò alcun superstite; come aveva fatto ad Eglonla votò allo sterminio con ogni essere vivente che era in essa.

 38  Poi Giosuèe con lui tutto Israelesi rivolse a Debir e le mosse guerra.  39  La prese con il suo re e tutti i suoi villaggi; li passarono a fil di spada e votarono allo sterminio ogni essere vivente che era in essa; non lasciò alcun superstite. Trattò Debir e il suo re come aveva trattato Ebron e come aveva trattato Libna e il suo re.

Ricapitolazione delle conquiste del Sud

 40  Così Giosuè battè tutto il paese: le montagneil Neghebil bassopianole pendici e tutti i loro re. Non lasciò alcun superstite e votò allo sterminio ogni essere che respiracome aveva comandato il SignoreDio di Israele.  41  Giosuè li colpì da Kades-Barnea fino a Gaza e tutto il paese di Gosen fino a Gàbaon.  42  Giosuè prese tutti questi re e il loro paese in una sola voltaperché il SignoreDio di Israelecombatteva per Israele.  43  Poi Giosuè con tutto Israele tornò all'accampamento di Gàlgala.

 

Cap. 11

8. LA CONQUISTA DEL NORD

Coalizione dei re del Nord

 1  Quando Iabinre di Cazorseppe queste cosene informò Iobabil re di Madonil re di Simronil re di Acsaf  2  e i re che erano al nordsulle montagnenell'Araba a sud di Chinarotnel bassopiano e sulle colline di Dor dalla parte del mare.  3  I Cananei erano a oriente e a occidentegli Amorreigli Hittitii Perizzitii Gebusei erano sulle montagne e gli Evei erano al di sotto dell'Ermon nel paese di Mizpa.

 4  Allora essi uscirono con tutti i loro eserciti: un popolo numerosocome la sabbia sulla riva del marecon cavalli e carri in gran quantità.

Vittoria di Merom

 5  Si unirono tutti questi re e vennero ad accamparsi insieme presso le acque di Meromper combattere contro Israele.  6  Allora il Signore disse a Giosuè: «Non temerliperché domani a quest'ora io li mostrerò tutti trafitti davanti ad Israele. Taglierai i garretti ai loro cavalli e appiccherai il fuoco ai loro carri».  7  Giosuè con tutti i suoi guerrieri li raggiunse presso le acque di Merom d'improvviso e piombò su di loro.  8  Il Signore li mise in potere di Israeleche li battè e li inseguì fino a Sidone la Grandefino a Misrefot-Maim e fino alla valle di Mizpa ad oriente. Li batterono fino a non lasciar loro neppure un superstite.  9  Giosuè fece loro come gli aveva detto il Signore: tagliò i garretti ai loro cavalli e appiccò il fuoco ai loro carri.

Presa di Cazor e delle altre città del Nord

 10  In quel tempo Giosuè ritornò e prese Cazor e passò a fil di spada il suo reperché prima Cazor era stata la capitale di tutti quei regni.

 11  Passò a fil di spada ogni essere vivente che era in essavotandolo allo sterminio; non lasciò nessuno vivo e appiccò il fuoco a Cazor.

 12  Giosuè prese tutti quei re e le oro cittàpassandoli a fil di spada; li votò allo sterminiocome aveva comandato Mosèservo del Signore.  13  Tuttavia Israele non incendiò nessuna delle città erette sui collifatta eccezione per la sola Cazorche Giosuè incendiò.  14  Gli Israeliti presero tutto il bottino di queste città e il bestiame; solo passarono a fil di spada tutti gli uomini fino a sterminarli; non lasciarono nessuno vivo.

Il mandato di Mosè eseguito da Giosuè

 15  Come aveva comandato il Signore a Mosè suo servoMosè ordinò a Giosuè e Giosuè così fece: non trascurò nulla di quanto aveva comandato il Signore a Mosè.

 16  Giosuè si impadronì di tutto questo paese: le montagnetutto il Neghebtutto il paese di Gosenil bassopianol'Araba e le montagne di Israele con il loro bassopiano.  17  Dal monte Calakche sale verso Seira Baal-Gad nella valle del Libano sotto il monte Ermonprese tutti i loro reli colpì e li mise a morte.  18  Per molti giorni Giosuè mosse guerra a tutti questi re.  19  Non ci fu città che avesse fatto pace con gli Israelitieccetto gli Evei che abitavano Gàbaon: si impadronirono di tutti con le armi.  20  Infatti era per disegno del Signore che il loro cuore si ostinasse nella guerra contro Israeleper votarli allo sterminiosenza che trovassero graziae per annientarlicome aveva comandato il Signore a Mosè.

Sterminio degli Anakiti

 21  In quel tempo Giosuè si mosse per eliminare gli Anakiti dalle montagneda Ebronda Debirda Anabda tutte le montagne di Giuda e da tutte le montagne di Israele. Giosuè li votò allo sterminio con le loro città.  22  Non rimase un Anakita nel paese degli Israeliti; solo ne rimasero a Gazaa Gat e ad Asdod.  23  Giosuè si impadronì di tutta la regionecome aveva detto il Signore a Mosèe Giosuè la diede in possesso ad Israelesecondo le loro divisioni per tribù. Poi il paese non ebbe più la guerra.

 

Cap. 12

9. RICAPITOLAZIONE

I re vinti a est del Giordano

 1  Questi sono i re del paeseche gli Israeliti sconfissero e del cui territorio entrarono in possessooltre il Giordanoad orientedal fiume Arnon al monte Ermoncon tutta l'Araba orientale.

 2  Siconre degli Amorrei che abitavano in Chesbon; il suo dominio cominciava da Aroersituata sul margine della valle del torrente Arnonincluso il centro del torrentee comprendeva la metà di Gàlaad fino al torrente Iabboklungo il confine dei figli di Ammon  3  e inoltre l'Araba fino alla riva orientale del mare di Kinarot e fino alla riva orientale dell'Arabacioè il Mar Mortoin direzione di Bet-Iesimot e più a sudfin sotto le pendici del Pisga.

 4  Inoltre Ogre di Basanproveniente da un residuo di Refaimche abitava in Astarot e in Edrei 5  dominava le montagne dell'Ermon e Salca e tutto Basan sino al confine dei Ghesuriti e dei Maacatitiinoltre metà di Gàlaad sino al confine di Sicon re di Chesbon.  6  Mosèservo del Signoree gli Israeliti li avevano sconfitti e Mosèservo del Signorene diede il possesso ai Rubenitiai Gaditi e a metà della tribù di Manàsse.

I re vinti a ovest del Giordano

 7  Questi sono i re del paese che Giosuè e gli Israeliti sconfisseroal di qua del Giordano ad occidenteda Baal-Gad nella valle del Libano fino al monte Calakche sale verso Seire di cui Giosuè diede il possesso alle tribù di Israele secondo le loro divisioni 8  sulle montagnenel bassopianonell'Arabasulle pendicinel deserto e nel Negheb: gli Hittitigli Amorreii Cananeii Perizzitigli Evei e i Gebusei:

 9  il re di Gericouno; il re di Aiche è presso Beteluno;

 10  il re di Gerusalemmeuno; il re di Ebronuno;

 11  il re di Iarmutuno; il re di Lachisuno;

 12  il re di Eglonuno; il re di Ghezeruno;

 13  il re di Debiruno; il re di Ghederuno;

 14  il re di Cormauno; il re di Araduno;

 15  il re di Libnauno; il re di Adullamuno;

 16  il re di Makkedauno; il re di Beteluno;

 17  il re di Tappuachuno; il re di Eferuno;

 18  il re di Afekuno; il re di Saromuno;

 19  il re di Madonuno; il re di Cazoruno;

 20  il re di Simron-Meroonuno; il re di Acsafuno;

 21  il re di Taanachuno; il re di Meghiddouno;

 22  il re di Kadesuno; il re di Iokneam del Carmelouno;

 23  il re di Dorsulla collina di Doruno;

il re delle genti di Gàlgalauno;

 24  il re di Tirzauno. In tutto trentun re.

 

Cap. 13

II. RIPARTIZIONE DEL PAESE FRA LE TRIBU'

Paesi da conquistare

 1  Quando Giosuè fu vecchio e avanti negli anniil Signore gli disse: «Tu sei diventato vecchioavanti negli anni e rimane molto territorio da occupare.  2  Questo è il paese rimasto: tutti i distretti dei Filistei e tutto il territorio dei Ghesuriti 3  dal Sicorche è sulla frontiera dell'Egittofino al territorio di Ekronal nordche è ritenuto cananeoi cinque principati dei Filistei: quello di Gazadi Asdoddi Ascalondi Gat e di Ekron; gli Avviti  4  al mezzogiorno; tutto il paese dei Cananeida Ara che è di quelli di Sidònefino ad Afeksino al confine degli Amorrei;  5  il paese di quelli di Biblos e tutto il Libano ad orienteda Baal-Gad sotto il monte Ermon fino all'ingresso di Amat.  6  Tutti gli abitanti delle montagne dal Libano a Misrefot-Maimtutti quelli di Sidòneio li scaccerò davanti agli Israeliti. Però tu assegna questo paese in possesso agli Israeliticome ti ho comandato.  7  Ora dividi questo paese a sorte alle nove tribù e a metà della tribù di Manàsse».

1. DESCRIZIONE DELLE TRIBU' TRANSGIORDANE

Abbozzo di insieme

 8  Insieme con l'altra metà di Manàssei Rubeniti e i Gaditi avevano ricevuto la loro parte di ereditàche Mosè aveva data loro oltre il Giordanoad orientecome aveva concesso loro Mosèservo del Signore.  9  Da Aroerche è sulla riva del fiume Arnone dalla cittàche è in mezzo alla valletutta la pianura di Madaba fino a Dibon;  10  tutte le città di Siconre degli Amorreiche regnava in Chesbonsino al confine degli Ammoniti.  11  Inoltre Gàlaadil territorio dei Ghesuriti e dei Maacatititutte le montagne dell'Ermon e tutto Basan fino a Salca;  12  tutto il regno di Ogin Basanil quale aveva regnato in Astarot e in Edrei ed era l'ultimo superstite dei RefaimMosè li aveva debellati e spodestati.  13  Però gli Israeliti non avevano scacciato i Ghesuriti e i Maacatiti; così Ghesur e Maaca abitano in mezzo ad Israele fino ad oggi.  14  Soltanto alla tribù di Levi non aveva assegnato eredità: i sacrifici consumati dal fuoco per il SignoreDio di Israelesono la sua ereditàsecondo quanto gli aveva detto il Signore.

La tribù di Ruben

 15  Mosè aveva dato alla tribù dei figli di Ruben una parte secondo le loro famiglie  16  ed essi ebbero il territorio da Aroerche è sulla riva del fiume Arnone la città che è a metà della valle e tutta la pianura presso Madaba;  17  Chesbon e tutte le sue città che sono nella pianuraDibonBamot-BaalBet-Baal-Meon 18  IaazKedemotMefaat 19  KiriataimSibma e Zeret-Sacar sulle montagne che dominano la valle;  20  Bet-Peori declivi del PisgaBet-Iesimot 21  tutte le città della pianuratutto il regno di Siconre degli Amorreiche aveva regnato in Chesbon e che Mosè aveva sconfitto insieme con i capi dei MadianitiEviRekemZurCur e Rebavassalli di Siconche abitavano nella regione.  22  Quanto a Balaamfiglio di Beorl'indovinogli Israeliti lo uccisero di spada insieme a quelli che avevano trafitto.  23  Il confine per i figli di Ruben fu dunque il Giordano e il territorio limitrofo. Questa fu l'eredità dei figli di Ruben secondo le loro famiglie: le città con i loro villaggi.

La tribù di Gad

 24  Mosè poi aveva dato una parte alla tribù di Gadai figli di Gad secondo le loro famiglie  25  ed essi ebbero il territorio di Iazer e tutte le città di Gàlaad e metà del paese degli Ammoniti fino ad Aroerche è di fronte a Rabba 26  e da Chesbon fino a Ramat-Mizpe e Betonim e da Macanaim fino al territorio di Lodebar;  27  nella valle: Bet-Aram e Bet-NimraSuccot e Zafonil resto del regno di Siconre di Chesbon. Il Giordano era il confine sino all'estremità del mare di Genèsaret oltre il Giordanoad oriente.  28  Questa è l'eredità dei figli di Gad secondo le loro famiglie: le città con i loro villaggi.

Metà della tribù di Manasse

 29  Mosè aveva dato una parte a metà della tribù dei figli di Manàssesecondo le loro famiglie  30  ed essi ebbero il territorio da Macanaimtutto il Basantutto il regno di Ogre di Basane tutti gli attendamenti di Iairche sono in Basan: sessanta città.  31  La metà di GàlaadAstarot e Edreicittà del regno di Og in Basan furono dati ai figli di Machirfiglio di Manàsseanzi alla metà dei figli di Machirsecondo le loro famiglie.

 32  Questo distribuì Mosè nelle steppe di Moaboltre il Giordano di Gericoad oriente.  33  Alla tribù di Levi però Mosè non aveva assegnato alcuna eredità: il SignoreDio di Israeleè la loro ereditàcome aveva loro detto.

 

Cap. 14

2. DESCRIZIONE DELLE TRE GRANDI TRIBU' A OVEST DEL GIORDANO

Introduzione

 1  Questo invece ebbero in eredità gli Israeliti nel paese di Canaan: lo assegnarono loro in eredità il sacerdote Eleazaro e Giosuèfiglio di Nune i capi dei casati delle tribù degli Israeliti.  2  La loro eredità fu stabilita per sortecome aveva comandato il Signore per mezzo di Mosèper le nove tribù e per la mezza tribù;  3  infatti Mosè aveva assegnato l'eredità di due tribù e della mezza tribù oltre il Giordano; ai leviti non aveva dato alcuna eredità in mezzo a loro;  4  però i figli di Giuseppe formano due tribùManàsse ed Efraimmentre non si diede parte alcuna ai leviti del paesetranne le città dove abitare e i loro contadi per i loro greggi e gli armenti.  5  Come aveva comandato il Signore a Mosècosì fecero gli Israeliti e si divisero il paese.

La parte di Caleb

 6  Si presentarono allora i figli di Giuda da Giosuè a Gàlgala e Calebfiglio di Iefunneil Kenizzita gli disse: «Tu conosci la parola che ha detto il Signore a Mosèl'uomo di Dioriguardo a me e a te a Kades-Barnea.  7  Avevo quarant'anni quando Mosèservo del Signoremi inviò da Kades-Barnea a esplorare il paese e io gliene riferii come pensavo.  8  I compagni che vennero con me scoraggiarono il popoloio invece fui pienamente fedele al Signore Dio mio.  9  Mosè in quel giorno giurò: Certo la terrache ha calcato il tuo piedesarà in eredità a te e ai tuoi figliper sempreperché sei stato pienamente fedele al Signore Dio mio.  10  Oraecco il Signore mi ha fatto viverecome aveva dettosono cioè quarantacinque anni da quando disse questa parola a Mosèmentre Israele camminava nel desertoe oggiecco ho ottantacinque anni;  11  io sono ancora oggi come quando Mosè mi inviò: come il mio vigore alloracosì il mio vigore orasia per la battagliasia per ogni altro servizio;  12  ora concedimi questi montidi cui il Signore ha parlato in quel giornopoiché tu hai allora saputo che vi sono gli Anakiti e città grandi e fortificate; spero che il Signore sia con me e io le conquisterò secondo quanto ha detto il Signore!».  13  Giosuè lo benedisse e diede Ebron in eredità a Calebfiglio di Iefunne.  14  Per questo Calebfiglio di Iefunneil Kenizzitaebbe in eredità Ebron fino ad oggiperché pienamente fedele al SignoreDio di Israele. Ebron si chiamava prima Kiriat-Arba: Arba era stato l'uomo più grande tra gli Anakiti. Poi il paese non ebbe più la guerra.

 

Cap. 15

La tribù di Giuda

 1  La porzione che toccò in sorte alla tribù dei figli di Giudasecondo le loro famigliesi trova ai confini di Edomdal deserto di Sin verso il Negheball'estremo sud.  2  Il loro confine a mezzogiorno cominciava alla parte estrema del Mar Mortodalla punta rivolta verso mezzodì 3  poi procedeva a sud della salita di Akrabbimpassava per Sin e risaliva a sud di Kades-Barnea; passava poi da Chezronsaliva ad Addar e girava verso Karkaa;  4  passava poi da Azmon e raggiungeva il torrente d'Egitto e faceva capo al mare. Questo sarà il vostro confine meridionale.  5  A oriente il confine era costituito dal Mar Morto fino alla foce del Giordano. Dal lato settentrionale il confine partiva dalla lingua di mare presso la foce del Giordano 6  saliva a Bet-Ogla e passava a nord di Bet-Araba e saliva alla Pietra di Bocanfiglio di Ruben.  7  Poi il confine saliva a Debirper la valle di Acor ea nordgirava verso le curveche sono di fronte alla salita di Adummina mezzogiorno del torrente; passava poi alle acque di En-Semes e faceva capo a En-Roghel.  8  Saliva poi la valle di Ben-Innom a sud del fianco dei Gebuseicioè di Gerusalemme; poi il confine saliva sulla vetta della montagna che domina la valle di Innom ad ovest ed è alla estremità della pianura dei Refaimal nord.  9  Poi il confine piegava dalla vetta della montagna verso la fonte delle Acque di Neftoach e usciva al monte Efron; piegava poi verso Baalache è Kiriat-Iearim.  10  Indi il confine girava da Baalaad occidenteverso il monte Seirpassava sul pendio settentrionale del monte Iearimcioè Chesalonscendeva a Bet-Semes e passava a Timna.  11  Poi il confine raggiungeva il pendio settentrionale di Ekronquindi piegava verso Siccaronpassava per il monte Baalaraggiungeva Iabneel e terminava al mare.  12  La frontiera occidentale era il Mar Mediterraneo. Questo era da tutti i lati il confine dei figli di Giudasecondo le loro famiglie.

I Calebiti occupano il territorio di Ebron

 13  A Caleb figlio di Iefunne fu data una parte in mezzo ai figli di Giudasecondo l'ordine del Signore a Giosuè: fu data Kiriat-Arbapadre di Anakcioè Ebron.  14  Caleb scacciò di là i tre figli di AnakSesaiAchiman e Talmaidiscendenti di Anak.  15  Di là passò ad assalire gli abitanti di Debir. Si chiamava Debir Kiriat-Sefer.  16  Disse allora Caleb: «A chi colpirà Kiriat-Sefer e se ne impadroniràio darò in moglie Acsamia figlia».  17  Se ne impadronì Otnielfiglio di Kenazfratello di Caleb; a lui diede in moglie sua figlia Acsa.  18  Quand'essa arrivò presso il maritoquesti la persuase a chiedere un campo al padre. Allora essa smontò dall'asino e Caleb le disse: «Che fai?».  19  Gli disse: «Concedimi un favore. Poiché tu mi hai dato il paese del Neghebdammi anche alcune sorgenti d'acqua». Le diede allora la sorgente superiore e la sorgente inferiore.  20  Questa fu l'eredità della tribù dei figli di Giudasecondo le loro famiglie.

Nomenclatura delle località della tribù di Giuda

 21  Le città poste all'estremità della tribù dei figli di Giudaverso il confine di Edomnel Negheberano KabseelEderIagur 22  KinaDimonaArara 23  KedesCazor-Itnan 24  ZifTelemBealot 25  Caroz-AdattaKeriot-Chezroncioè Cazor 26  AmamSemaMolada 27  Cazar-GaddaEsmonBet-Pelet 28  Cazar-SualBersabea e le sue dipendenze 29  BaalaIimEzem 30  EltoladChesilCorma 31  ZiklagMadmannaSansanna 32  LebaotSilchimEn-Rimmon: in tutto ventinove città e i loro villaggi.

 33  Nella Sefela: EstaolSoreaAsna 34  ZanoachEn-GannimTappuachEnam 35  IarmutAdullamSocoAzeka 36  SaaraimAditaimGhedera e Ghederotaim: quattordici città e i loro villaggi;  37  SenanCadasaMigdal-Gad 38  DileanMizpeIokteel 39  LachisBoskatEglon 40  CabbonLacmasChitlis 41  GhederotBet-DagonNaama e Makkeda: sedici città e i loro villaggi;  42  LibnaEterAsan 43  IftachAsnaNesib 44  KeilaAczib e Maresa: nove città e i loro villaggi;  45  Ekronle città del suo territorio e i suoi villaggi;  46  da Ekron fino al maretutte le città vicine a Asdod e i loro villaggi;  47  Asdodle città del suo territorio e i suoi villaggi; Gazale città del suo territorio e i suoi villaggi fino al torrente d'Egitto e al Mar Mediterraneoche serve di confine.

 48  Sulle montagne: SamirIattirSoco 49  DannaKiriat-Sannacioè Debir 50  AnabEstemoaAnim 51  GosenOlon e Ghilo: undici città e i loro villaggi.  52  ArabDumaEsean 53  IanumBet-TappuachAfeka 54  UmtaKiriat-Arbacioè Ebron e Sior: nove città e i loro villaggi.  55  MaonCarmeloZifIutta 56  IzreelIokdeamZanoach 57  KainGhibea e Timna: dieci città e i loro villaggi.  58  CalculBet-SurGhedor 59  MaaratBet-Anot e Eltekon: sei città e i loro villaggi. TekoaEfratacioè BetlemmePeorEtamCulonTatamSoresCaremGallimBeterManak: undici città e i loro villaggi.  60  Kiriat-Baalcioè Kiriat-Iearime Rabba: due città e i loro villaggi.

 61  Nel deserto: Bet-ArabaMiddinSecaca 62  Nibsanla città del sale e Engaddi: sei città e i loro villaggi.

 63  Quanto ai Gebusei che abitavano in Gerusalemmei figli di Giuda non riuscirono a scacciarli; così i Gebusei abitano a Gerusalemme insieme con i figli di Giuda fino ad oggi.

 

Cap. 16

La tribù di Efraim

 1  La parte toccata in sorte ai figli di Giuseppe si estendeva dal Giordano presso Gerico verso le acque di Gerico a orienteseguendo il deserto che per la montagna sale da Gerico a Betel.  2  Il confine continuava poi da Betel-Luza e passava per la frontiera degli Architi ad Atarot;  3  scendeva a occidente verso il confine degli Iafletiti fino al confine di Bet-Coron inferiore e fino a Ghezer e faceva capo al mare.  4  I figli di GiuseppeManàsse ed Efraim ebbero ciascuno la loro eredità.

 5  Questi furono i confini dei figli di Efraimsecondo le loro famiglie. Il confine della loro eredità era a oriente Atarot-Addarfino a Bet-Coron superiore;  6  continuava fino al maredal lato di occidenteverso Micmetat al nordgirava a oriente verso Taanat-Silo e le passava davanti a oriente di Ianoach.  7  Poi da Ianoach scendeva ad Atarot e a Naaratoccava Gericoe faceva capo al Giordano.  8  Da Tappuach il confine andava verso occidente fino al torrente di Kana e le sue foci erano al mare. Tale era l'eredità della tribù dei figli d'Efraimsecondo le loro famiglie;  9  incluse le cittàtutte le città con i loro villaggiriservate ai figli di Efraim in mezzo all'eredità dei figli di Manàsse.

 10  Essi non scacciarono i Cananei che abitavano a Ghezer; i Cananei hanno abitato in mezzo ad Efraim fino ad oggima sono costretti ai lavori forzati.

 

Cap. 17

 1  Questa era la parte toccata in sorte alla tribù di Manàsseperché egli era il primogenito di Giuseppe. Quanto a Machirprimogenito di Manàsse e padre di Gàlaadpoiché era guerrieroaveva ottenuto Gàlaad e Basan.

 2  Fu dunque assegnata una parte agli altri figli di Manàsse secondo le loro famiglie: ai figli di Abiezerai figli di Elekai figli d'Asrielai figli di Sichemai figli di Eferai figli di Semida. Questi erano i figli maschi di Manàssefiglio di Giuseppesecondo le loro famiglie.  3  Ma Zelofcadfiglio di Eferfiglio di Gàlaadfiglio di Machirfiglio di Manàssenon ebbe figli maschi; ma ebbe figliedelle quali ecco i nomi: MaclaNoaOglaMilca e Tirza.  4  Queste si presentarono al sacerdote Eleazaroa Giosuè figlio di Nun e ai capi dicendo: «Il Signore ha comandato a Mosè di darci una eredità in mezzo ai nostri fratelli». Giosuè diede loro un'eredità in mezzo ai fratelli del padre lorosecondo l'ordine del Signore.  5  Toccarono così dieci parti a Manàsseoltre il paese di Gàlaad e di Basan che è oltre il Giordano 6  poiché le figlie di Manàsse ebbero un'eredità in mezzo ai figli di lui.

Il paese di Gàlaad fu per gli altri figli di Manàsse.  7  Il confine di Manàsse era dal lato di AserMicmetatsituata di fronte a Sichempoi il confine girava a destra verso Iasib alla fonte di Tappuach. A Manàsse apparteneva il territorio di Tappuachmentre Tappuachal confine di Manàsseera dei figli di Efraim.  9  Quindi la frontiera scendeva al torrente Kana. A sud del torrente vi erano le città di Efraimoltre quelle che Efraim possedeva in mezzo alle città di Manàsse. Il territorio di Manàsse era a nord del torrente e faceva capo al mare.  10  Il territorio a sud era di Efraima nord era di Manàsse e suo confine era il mare. Con Aser erano contigui a nord e con Issacar ad est.  11  Inoltre in Issacar e in Aser appartenevano a Manàsse: Beisan e i suoi villaggiIbleam e i suoi villaggigli abitanti di Dor e i suoi villaggigli abitanti di En-Dor e i suoi villaggigli abitanti di Taanach e i suoi villaggigli abitanti di Meghiddo e i suoi villaggiun terzo della regione collinosa.  12  Non poterono però i figli di Manàsse impadronirsi di queste città e il Cananeo continuò ad abitare in questa regione.  13  Poiquando gli Israeliti divennero forticostrinsero il Cananeo ai lavori forzatima non lo spodestarono del tutto.

Proteste dei figli di Giuseppe

 14  I figli di Giuseppe dissero a Giosuè: «Perché mi hai dato in possesso una sola parteuna sola porzione misuratamentre io sono un popolo numerosotanto mi ha benedetto il Signore?».  15  Rispose loro Giosuè: «Se sei un popolo numerososali alla foresta e disbosca a tuo piacere lassù nel territorio dei Perizziti e dei Refaimdato che le montagne di Efraim sono troppo anguste per te».  16  Dissero allora i figli di Giuseppe: «Le montagne non ci bastano; inoltre tutti i Cananei che abitano nel paese della valle hanno carri di ferrotanto in Beisan e nelle sue dipendenzequanto nella pianura di Izreel».  17  Allora Giosuè disse alla casa di Giuseppea Efraim e a Manàsse: «Tu sei un popolo numeroso e possiedi una grande forza; la tua non sarà una porzione soltanto 18  perché le montagne saranno tue. E' una forestama tu la disboscherai e sarà tua da un estremo all'altro; spodesterai infatti il Cananeobenché abbia carri di ferro e sia forte».

 

Cap. 18

3. DESCRIZIONE DELLE ALTRE SETTE TRIBU'

Operazione catastale per queste sette tribù

 1  Allora tutta la comunità degli Israeliti si radunò in Siloe qui eresse la tenda del convegno. Il paese era stato sottomesso a loro.  2  Rimanevano tra gli Israeliti sette tribù che non avevano avuto la loro parte.  3  Disse allora Giosuè ai figli di Israele: «Fino a quando trascurerete di andare ad occupare il paeseche vi ha dato il SignoreDio dei padri vostri?  4  Sceglietevi tre uomini per tribù e io li invierò. Essi si alzerannogireranno nella regionela descriveranno secondo la loro eredità e torneranno da me.  5  Essi se la divideranno in sette parti: Giuda rimarrà sul suo territorio nel meridione e quelli della casa di Giuseppe rimarranno sul loro territorio al settentrione.  6  Voi poi farete una descrizione del paese in sette parti e me la porterete qui e io getterò per voi la sorte qui dinanzi al Signore Dio nostro.  7  Infatti non vi è parte per i leviti in mezzo a voiperché il sacerdozio del Signore è la loro ereditàe GadRuben e metà della tribù di Manàsse hanno gia ricevuta la loro eredità oltre il Giordanoad orientecome ha concesso loro Mosèservo del Signore».

 8  Si alzarono dunque gli uomini e si misero in cammino; Giosuè a coloro che andavano a descrivere il paese ordinò: «Andategirate nella regionedescrivetela e tornate da me e qui io getterò per voi la sorte davanti al Signorein Silo».  9  Gli uomini andaronopassarono per la regionela descrissero secondo le città in sette parti su di un libro e vennero da Giosuè all'accampamentoin Silo.  10  Allora Giosuè gettò per loro la sorte in Silodinanzi al Signoree lì Giosuè spartì il paese tra gli Israelitisecondo le loro divisioni.

La tribù di Beniamino

 11  Fu tirata a sorte la parte della tribù dei figli di Beniaminosecondo le loro famiglie; la parte che toccò loro aveva i confini tra i figli di Giuda e i figli di Giuseppe.

 12  Dal lato di settentrioneil loro confine partiva dal Giordanosaliva il pendio settentrionale di Gericosaliva per la montagna verso occidente e faceva capo al deserto di Bet-Aven.  13  Di là passava per Luzasul versante meridionale di Luzacioè Betele scendeva ad Atarot-Addarpresso il monte che è a mezzogiorno di Bet-Coron inferiore.

 14  Poi il confine si piegava eal lato occidentalegirava a mezzogiorno dal monte posto di fronte a Bet-Corona mezzogiornoe faceva capo a Kiriat-Baalcioè Kiriat-Iearimcittà dei figli di Giuda. Questo era il lato occidentale.

 15  Il lato meridionale cominciava all'estremità di Kiriat-Iearim. Il confine piegava verso occidente fino alla fonte delle acque di Neftoach;  16  poi scendeva all'estremità del monte di fronte alla valle di Ben-Innomnella valle dei Refaimal norde scendeva per la valle di Innomsul pendio meridionale dei Gebuseifino a En-Roghel.  17  Si estendeva quindi verso il nord e giungeva a En-Semes; di là si dirigeva verso le Curve di fronte alla salita di Adummim e scendeva al sasso di Bocanfiglio di Ruben;  18  poi passava per il pendio settentrionale di fronte all'Araba e scendeva all'Araba.  19  Il confine passava quindi per il pendio settentrionale di Bet-Ogla e faceva capo al golfo settentrionale del Mar Mortoalla foce meridionale del Giordano. Questo era il confine meridionale.

 20  Il Giordano serviva di confine dal lato orientale.

Questo il possedimento dei figli di Beniaminosecondo le loro famigliecon i suoi confini da tutti i lati.

Città di Beniamino

 21  Le città della tribù dei figli di Beniaminosecondo le loro famiglie erano: GericoBet-OglaEmek-Kesis 22  Bet-ArabaSemaraimBetel 23  AvvimParaOfra 24  Chefar-AmmonaiOfni e Gheba; dodici città e i loro villaggi;  25  GàbaonRamaBeerot 26  MizpeChefiraMosa 27  RekemIrpeelTareala 28  Sela-ElefIebuscioè GerusalemmeGabaaKiriat-Iearim: quattordici città e i loro villaggi.

Questo fu il possesso dei figli di Beniaminosecondo le loro famiglie.

 

Cap. 19

La tribù di Simeone

 1  La seconda parte sorteggiata toccò a Simeonealla tribù dei figli di Simeone secondo le loro famiglie. Il loro possesso era in mezzo a quello dei figli di Giuda.

 2  Ebbero nel loro territorio: BersabeaSebaMolada 3  Cazar-SusaBalaAsem 4  EltoladBetulCorma 5  ZiklagBet-MarcabotCazar-Susa 6  Bet-Lebaot e Saruchen: tredici città e i loro villaggi;  7  EnRimmonEter e Asan: quattro città e i loro villaggi;  8  tutti i villaggi che stavano intorno a queste cittàfino a Baalat-BeerRamat-Negheb.

Questo fu il possesso della tribù dei figli di Simeonesecondo le loro famiglie.  9  Il possesso dei figli di Simeone fu preso dalla parte dei figli di Giudaperché la parte dei figli di Giuda era troppo grande per loro; perciò i figli di Simeone ebbero il loro possesso in mezzo al possesso di quelli.

La tribù di Zàbulon

 10  La terza parte sorteggiata toccò ai figli di Zàbulonsecondo le loro famiglie. Il confine del loro territorio si estendeva fino a Sarid.

 11  Questo confine saliva a occidente verso Mareala e giungeva a Dabbeset e poi toccava il torrente che è di fronte a Iokneam.  12  Da Sarid girava ad orientedove sorge il solesino al confine di Chislot-Tabor; poi continuava verso Daberat e saliva a Iafia.  13  Di là passava verso orientedove sorge il soleper Gat-Eferper Et-Kazinusciva verso Rimmongirando fino a Nea.  14  Poi il confine piegava dal lato di settentrione verso Annaton e faceva capo alla valle d'Iftach-El.  15  Esso includeva inoltre: KattatNaalalSimronIdeala e Betlemme: dodici città e i loro villaggi.  16  Questo fu il possesso dei figli di Zàbulonsecondo le loro famiglie: queste città e i loro villaggi.

La tribù di Issacar

 17  La quarta parte sorteggiata toccò a Issacarai figli di Issacarsecondo le loro famiglie.  18  Il loro territorio comprendeva: IzreelChesullotSunem 19  AfaraimSionAnacarat 20  RabbitKisionAbes 21  RemetEn-GannimEn-Chadda e Bet-Passes.  22  Poi il confine giungeva a TaborSacasimBet-Semes e faceva capo al Giordano: sedici città e i loro villaggi.  23  Questo fu il possesso della tribù dei figli d'Issacarsecondo le loro famiglie: queste città e i loro villaggi.

La tribù di Aser

 24  La quinta parte sorteggiata toccò ai figli di Aser secondo le loro famiglie.  25  Il loro territorio comprendeva: ElkatAliBetenAcsaf 26  AlammelechAmeadMiseal. Il loro confine giungevaverso occidenteal Carmelo e a Sicor-Libnat.  27  Poi piegava dal lato dove sorge il sole verso Bet-Dagontoccava Zàbulon e la valle di Iftach-El al nordBet-Emek e Neiele si prolungava verso Cabul a sinistra  28  e verso EbronRecobAmmon e Cana fino a Sidòne la Grande.  29  Poi il confine piegava verso Rama fino alla fortezza di Tirogirava verso Osa e faceva capo al mare; incluse MaclebAczib 30  AccoAfek e Recob: ventidue città e i loro villaggi.  31  Questo il possesso della tribù dei figli di Asersecondo le loro famiglie: queste città e i loro villaggi.

La tribù di Nèftali

 32  La sesta parte sorteggiata toccò ai figli di Nèftalisecondo le loro famiglie.  33  Il loro confine si estendeva da Elef e dalla quercia di Besaannim ad Adami-Nekeb e Iabneel fino a Lakkum e faceva capo al Giordano 34  poi il confine piegava a occidente verso Aznot-Tabor e di là continuava verso Ukkok; giungeva a Zàbulon dal lato di mezzogiornoad Aser dal lato d'occidente e a Giuda del Giordano dal lato di levante.  35  Le fortezze erano SiddimSerAmmatRakkatGenèsaret 36  AdamaRamaCazor 37  KedesEdreiEn-Cazor 38  IreonMigdal-ElOremBet-Anat e Bet-Semes: diciannove città e i loro villaggi.  39  Questo fu il possesso della tribù dei figli di Nèftalisecondo le loro famiglie: queste città e i loro villaggi.

La tribù di Dan

 40  La settima parte sorteggiata toccò alla tribù dei figli di Dansecondo le loro famiglie.  41  Il confine del loro possesso comprendeva SoreaEstaolIr-Semes 42  SaalabbinAialonItla 43  ElonTimnaEkron 44  EltekeGhibbetonBaalat 45  IeudBene-BerakGat-Rimmon 46  Me-Iarkon e Rakkon con il territorio di fronte a Giaffa.  47  Ma il territorio dei figli di Dan si estese più lontanoperché i figli di Dan andarono a combattere contro Lesem; la presero e la passarono a fil di spada; ne presero possessovi si stabilirono e la chiamarono Dandal nome di Dan loro padre.  48  Questo fu il possesso della tribù dei figli di Dansecondo le loro famiglie: queste città e i loro villaggi.

 49  Quando gli Israeliti ebbero finito di ripartire il paese secondo i suoi confinidiedero a Giosuèfiglio di Nununa proprietà in mezzo a loro.  50  Secondo l'ordine del Signoregli diedero la città che egli chiese: Timnat-Serachsulle montagne di Efraim. Egli costruì la città e vi stabilì la dimora.  51  Tali sono le eredità che il sacerdote EleazaroGiosuèfiglio di Nune i capifamiglia delle tribù degli Israeliti distribuirono a sorte in Silodavanti al Signore all'ingresso della tenda del convegno. Così compirono la divisione del paese.

 

Cap. 20

4. LE CITTA' PRIVILEGIATE

Le città di rifugio

 1  Poi il Signore disse a Giosuè:  2  «Parla agli Israeliti e dì loro: Stabilitevi le città di rifugiodelle quali vi ho parlato per mezzo di Mosè 3  perché l'omicida che avrà ucciso qualcuno per errore o per inavvertenzavi si possa rifugiare; vi serviranno di rifugio contro il vendicatore del sangue.  4  L'omicida fuggirà in una di quelle città efermatosi all'ingresso della porta della cittàesporrà il suo caso agli anziani di quella città; questi lo accoglieranno presso di loro dentro la cittàgli assegneranno una dimora ed egli si stabilirà in mezzo a loro.  5  Se il vendicatore del sangue lo inseguiràessi non gli daranno nelle mani l'omicidaperché ha ucciso il prossimo senza averne l'intenzionesenza averlo prima odiato.  6  L'omicida rimarrà in quella città finchéalla morte del sommo sacerdoteche sarà in funzione in quei giornicomparirà in giudizio davanti all'assemblea. Allora l'omicida potrà tornarsene e rientrare nella sua città e nella sua casanella città da dove era fuggito».

 7  Consacrarono dunque Kades in Galilea sulle montagne di NèftaliSichem sulle montagne di Efraim e Kiriat-Arbacioè Ebron sulle montagne di Giuda.  8  Oltre il Giordanoa oriente di Gericostabilirono Bezer della tribù di Rubennel desertosull'altipiano; Ramot in Gàlaad nella tribù di Gad e Golan in Basannella tribù di Manàsse.  9  Queste furono le città stabilite per tutti gli Israeliti e per lo straniero che abita in mezzo a loroperché chiunque avesse ucciso qualcuno per inavvertenzapotesse rifugiarvisi e non morisse per mano del vendicatore del sangueprima d'essere comparso davanti all'assemblea.

 

Cap. 21

Le città levitiche

 1  I capifamiglia dei leviti si presentarono al sacerdote Eleazaroa Giosuè figlio di Nun e ai capifamiglia delle tribù degli Israeliti  2  e dissero loro a Silonel paese di Canaan: «Il Signore ha comandatoper mezzo di Mosèche ci fossero date città da abitare con i loro pascoli per il nostro bestiame».  3  Gli Israeliti diedero ai levitisorteggiandole dal loro possessole seguenti città con i loro pascolisecondo il comando del Signore.  4  Si tirò a sorte per le famiglie dei Keatiti; fra i levitii figli del sacerdote Aronne ebbero in sorte tredici città della tribù di Giudadella tribù di Simeone e della tribù di Beniamino.  5  Al resto dei Keatiti toccarono in sorte dieci città delle famiglie della tribù di Efraimdella tribù di Dan e di metà della tribù di Manàsse.  6  Ai figli di Gherson toccarono in sorte tredici città delle famiglie della tribù d'Issacardella tribù di Aserdella tribù di Nèftali e di metà della tribù di Manàsse in Basan.  7  Ai figli di Merarisecondo le loro famiglietoccarono dodici città della tribù di Rubendella tribù di Gad e della tribù di Zàbulon.  8  Gli Israeliti diedero dunque a sorte queste città con i loro pascoli ai leviticome il Signore aveva comandato per mezzo di Mosè.

Parte dei Keatiti

 9  Diederocioèdella tribù dei figli di Giuda e della tribù dei figli di Simeone le città qui nominate.  10  Esse toccarono ai figli d'Aronne tra le famiglie dei Keatitifigli di Leviperché il primo sorteggio fu per loro.  11  Furono dunque date loro Kiriat-Arbapadre di Anakcioè Ebronsulle montagne di Giudacon i suoi pascoli tutt'intorno;  12  ma diedero i campi di questa città e i suoi villaggi come possesso a Calebfiglio di Iefunne.  13  Diedero ai figli del sacerdote Aronne Ebroncittà di rifugio per l'omicidacon i suoi pascoli; poi Libna e i suoi pascoli 14  Iattir e i suoi pascoliEstemoa e i suoi pascoli 15  Debir e i suoi pascoliColon e i suoi pascoli 16  Ain e i suoi pascoliIutta e i suoi pascoliBet-Semes e i suoi pascoli: nove città di queste tribù.  17  Della tribù di BeniaminoGàbaon e i suoi pascoliGhega e i suoi pascoli 18  Anatot e i suoi pascoliAlmon e i suoi pascoli: quattro città.

 19  Totale delle città dei sacerdoti figli d'Aronne: tredici città e i loro pascoli.

 20  Alle famiglie dei Keatiticioè al resto dei levitifigli di Keattoccarono città della tribù di Efraim.  21  Fu loro datacome città di rifugio per l'omicidaSichem e i suoi pascoli sulle montagne di Efraim; poi Ghezer e i suoi pascoli 22  Chibsaim e i suoi pascoliBet-Coron e i suoi pascoli: quattro città.  23  Della tribù di Dan: Elteke e i suoi pascoliGhibbeton e i suoi pascoli 24  Aialon e i suoi pascoliGat-Rimmon e i suoi pascoli: quattro città.  25  Di metà della tribù di Manàsse: Taanach e i suoi pascoliIbleam e i suoi pascoli: due città.  26  Totale: dieci città con i loro pascoliche toccarono alle famiglie degli altri figli di Keat.

Parte dei figli di Gherson

 27  Ai figli di Ghersonche erano tra le famiglie dei levitifurono date: di metà della tribù di Manàssecome città di rifugio per l'omicidaGolan in Basan e i suoi pascoliAstarot con i suoi pascoli: due città;  28  della tribù d'IssacarKision e i suoi pascoliDaberat e i suoi pascoli 29  Iarmut e i suoi pascoliEn-Gannim e i suoi pascoli: quattro città;  30  della tribù di AserMiseal e i suoi pascoliAbdon e i suoi pascoli;  31  Elkat e i suoi pascoliRecob e i suoi pascoli: quattro città;  32  della tribù di Nèftalicome città di rifugio per l'omicidaKades in Galilea e i suoi pascoliAmmot-Dor e i suoi pascoliKartan con i suoi pascoli: tre città.  33  Totale delle città dei Ghersonitisecondo le loro famiglie: tredici città e i loro pascoli.

Parte dei figli di Merari

 34  Alle famiglie dei figli di Meraricioè al resto dei levitifurono date: della tribù di ZàbulonIokneam e i suoi pascoliKarta e i suoi pascoli 35  Dimna e i suoi pascoliNaalal e i suoi pascoli: quattro città;  36  della tribù di Rubencome città di rifugio per l'omicidaBezer e i suoi pascoliIaas e i suoi pascoli 37  Kedemot e i suoi pascoliMefaat e i suoi pascoli: quattro città;  38  della tribù di Gadcome città di rifugio per l'omicidaRamot in Gàlaad e i suoi pascoliMacanaim e i suoi pascoli 39  Chesbon e i suoi pascoliIazer e i suoi pascoli: in tutto quattro città.  40  Totale delle città date in sorte ai figli di Merarisecondo le loro famigliecioè il resto delle famiglie dei leviti: dodici città.

 41  Totale delle città dei leviti in mezzo ai possessi degli Israeliti: quarantotto città e i loro pascoli.  42  Ciascuna di queste città aveva intorno il pascolo; così era di tutte queste città.

 43  Il Signore diede dunque a Israele tutto il paese che aveva giurato ai padri di dar loro e gli Israeliti ne presero possesso e vi si stabilirono.  44  Il Signore diede loro tranquillità intornocome aveva giurato ai loro padri; nessuno di tutti i loro nemici potè resistere loro; il Signore mise in loro potere tutti quei nemici.  45  Di tutte le belle promesse che il Signore aveva fatte alla casa d'Israelenon una andò a vuoto: tutto giunse a compimento.

 

Cap. 22

III. FINE DELLA CARRIERA DI GIOSUE'

1. RITORNO DELLE TRIBU' ORIENTALI. LA QUESTIONE DEL LORO ALTARE

Congedo del contingente transgiordano

 1  Allora Giosuè convocò i Rubenitii Gaditi e metà della tribù di Manàsse  2  e disse loro: «Voi avete osservato quanto Mosèservo del Signorevi aveva ordinato e avete obbedito alla mia vocein tutto quello che io vi ho comandato.  3  Non avete abbandonato i vostri fratelli durante questo lungo tempo fino ad oggi e avete osservato il comando del Signore vostro Dio.  4  Ora che il Signore vostro Dio ha dato tranquillità ai vostri fratellicome aveva loro promessotornate e andate alle vostre tendenel paese che vi appartienee che Mosèservo del Signorevi ha assegnato oltre il Giordano.  5  Soltanto abbiate gran cura di eseguire i comandi e la legge che Mosèservo del Signorevi ha datoamando il Signore vostro Diocamminando in tutte le sue vieosservando i suoi comandirestando fedeli a lui e servendolo con tutto il cuore e con tutta l'anima».  6  Poi Giosuè li benedisse e li congedò ed essi tornarono alle loro tende.  7  Mosè aveva dato a metà della tribù di Manàsse un possesso in Basan e Giosuè diede all'altra metà un possesso tra i loro fratellidi qua del Giordanoa occidente.

Quando Giosuè li rimandò alle loro tende e li benedisse 8  aggiunse: «Voi tornate alle vostre tende con grandi ricchezzecon bestiame molto numerosocon argentoororameferro e con grande quantità di vesti; dividete con i vostri fratelli il bottinotolto ai vostri nemici».

Erezione di un altare sulla sponda del Giordano

 9  I figli di Rubeni figli di Gad e metà della tribù di Manàsse dunque tornaronodopo aver lasciato gli Israeliti a Silonel paese di Canaanper andare nel paese di Gàlaadil paese di loro proprietàche avevano ricevuto in possessoin forza del comando del Signoreper mezzo di Mosè.

 10  Quando furono giunti alle Curve del Giordanoche sono nel paese di Canaani figli di Rubeni figli di Gad e metà della tribù di Manàsse vi costruirono un altarepresso il Giordano: un altare di forma grandiosa.  11  Gli Israeliti udirono che si diceva: «Ecco i figli di Rubeni figli di Gad e metà della tribù di Manàsse hanno costruito un altare di fronte al paese di Canaanalle Curve del Giordanodalla parte degli Israeliti».  12  Quando gli Israeliti seppero questotutta la loro comunità si riunì a Silo per muover loro guerra.

Rimproveri rivolti alle tribù orientali

 13  Gli Israeliti mandarono ai figli di Rubenai figli di Gad e metà della tribù di Manàsse nel paese di GàlaadPincasfiglio del sacerdote Eleazaro 14  e con lui dieci capiun capo per ciascun casato paterno di tutte le tribù d'Israele:  15  tutti erano capi di un casato paterno fra i gruppi di migliaia d'Israele; essi andarono dai figli di Rubendai figli di Gad e da metà della tribù di Manàsse nel paese di Gàlaad e dissero loro:  16  «Dice tutta la comunità del Signore: Che è questa infedeltàche avete commessa contro il Dio d'Israeledesistendo oggi dal seguire il Signorecostruendovi un altare per ribellarvi oggi al Signore?  17  Non ci basta l'iniquità di Peordella quale non ci siamo ancora purificati oggi e che attirò quel flagello sulla comunità del Signore?  18  Voi oggi desistete dal seguire il Signore! Poiché oggi vi siete ribellati al Signoredomani egli si adirerà contro tutta la comunità d'Israele.  19  Se ritenete immondo il paese che possedeteebbenepassate nel paese che è possesso del Signoredove è stabilita la Dimora del Signoree stabilitevi in mezzo a noi; ma non ribellatevi al Signore e non fate di noi dei ribellicostruendovi un altare oltre l'altare del Signore nostro Dio.  20  Quando Acan figlio di Zerach commise un'infedeltà riguardo allo sterminionon venne forse l'ira del Signore su tutta la comunità d'Israele sebbene fosse un individuo solo? Non dovette egli morire per la sua colpa?».

Giustificazione delle tribù transgiordane

 21  Allora i figli di Rubeni figli di Gad e metà della tribù di Manàsse risposero e dissero ai capi dei gruppi di migliaia d'Israele:  22  «DioDioSignore! DioDioSignore! Lui lo sama anche Israele lo sappia. Se abbiamo agito per ribellione o per infedeltà verso il Signoreche Egli non ci salvi oggi!  23  Se abbiamo costruito un altare per desistere dal seguire il Signore; se è stato per offrire su di esso olocausti od oblazioni e per fare su di esso sacrifici di comunioneil Signore stesso ce ne chieda conto!  24  In verità l'abbiamo fatto preoccupati di questo: pensando cioè che in avvenire i vostri figli potessero dire ai nostri figli: Che avete in comune voi con il Signore Dio d'Israele?  25  Il Signore ha posto il Giordano come confine tra noi e voifigli di Ruben e figli di Gad; voi non avete parte alcuna con il Signore! Così i vostri figli farebbero desistere i nostri figli dal temere il Signore.  26  Perciò abbiamo detto: Costruiamo un altarenon per olocaustiné per sacrifici 27  ma perchèma perché sia testimonio fra noi e voi e fra i nostri discendenti dopo di noidimostrando che vogliamo servire al Signore dinanzi a luicon i nostri olocausticon le nostre vittime e con i nostri sacrifici di comunione. Così i vostri figli non potranno un giorno dire ai nostri figli: Voi non avete parte alcuna con il Signore.  28  Abbiamo detto: Se in avvenire essi diranno questo a noi o ai nostri discendentinoi risponderemo: Guardate la forma dell'altare del Signoreche i nostri padri feceronon per olocaustiné per sacrificima perché fosse di testimonio fra noi e voi.  29  Lungi da noi l'idea di ribellarci al Signore e di desistere dal seguire il Signorecostruendo un altare per olocaustiper oblazioni o per sacrificioltre l'altare del Signore nostro Dioche è davanti alla sua Dimora!».

Accordo ristabilito

 30  Quando Pincas e i capi della comunitài capi dei gruppi di migliaia d'Israele che erano con luiudirono le parole dette dai figli di Rubendai figli di Gad e dai figli di Manàssene rimasero soddisfatti.  31  Pincasfiglio del sacerdote Eleazarodisse ai figli di Rubenai figli di Gad e ai figli di Manàsse: «Oggi riconosciamo che il Signore è in mezzo a noipoiché non avete commesso questa infedeltà verso il Signore; così avete preservato gli Israeliti dal castigo del Signore».

 32  Pincasfiglio del sacerdote Eleazaroe i capi lasciarono i figli di Ruben e i figli di Gad e tornarono dal paese di Gàlaad al paese di Canaan presso gli Israelitiai quali riferirono l'accaduto.  33  La cosa piacque agli Israelitii quali benedissero Dio e non parlarono più di muover guerra ai figli di Ruben e di Gadper devastare il paese che essi abitavano.  34  I figli di Ruben e i figli di Gad chiamarono quell'altare Testimonio perché dissero: «Esso è testimonio fra di noi che il Signore è Dio».

 

Cap. 23

2. ULTIMO DISCORSO DI GIOSUE'

Giosuè riassume la sua opera

 1  Molto tempo dopo che il Signore aveva dato riposo a Israeleliberandolo da tutti i nemici che lo circondavanoGiosuèormai vecchio e molto avanti negli anni 2  convocò tutto Israelegli anzianii capii giudici e gli scribi del popolo e disse loro: «Io sono vecchiomolto avanti negli anni.  3  Voi avete visto quanto il Signore vostro Dio ha fatto a tutte queste nazioniscacciandole dinanzi a voi; poiché il Signore vostro Dio ha combattuto per voi.  4  Ecco io ho diviso tra voi a sortecome possesso per le vostre tribùil paese delle nazioni che restano e di tutte quelle che ho sterminatedal Giordano fino al Mar Mediterraneoad occidente.  5  Il Signore vostro Dio le disperderà egli stesso dinanzi a voi e le scaccerà dinanzi a voi e voi prenderete possesso del loro paesecome il Signore vostro Dio vi ha detto.

Condotta in mezzo ai popoli stranieri

 6  Siate forti nell'osservare ed eseguire quanto è scritto nel libro della legge di Mosèsenza deviare né a destrané a sinistra 7  senza mischiarvi con queste nazioni che rimangono fra di voi; non pronunciate neppure il nome dei loro deinon ne fate uso nei giuramenti; non li servite e non vi prostrate davanti a loro:  8  ma restate fedeli al Signore vostro Diocome avete fatto fino ad oggi.  9  Il Signore ha scacciato dinanzi a voi nazioni grandi e potenti; nessuno ha potuto resistere a voi fino ad oggi.  10  Uno solo di voi ne inseguiva milleperché il Signore vostro Dio combatteva per voi come aveva promesso.  11  Abbiate gran curaper la vostra vitadi amare il Signore vostro Dio.  12  Perchése fate apostasia e vi unite al resto di queste nazioni che sono rimaste fra di voi e vi imparentate con loro e vi mescolate con esse ed esse con voi 13  allora sappiate che il Signore vostro Dio non scaccerà più queste genti dinanzi a voima esse diventeranno per voi una reteuna trappolaun flagello ai vostri fianchi; diventeranno spine nei vostri occhifinché non siate periti e scomparsi da questo buon paese che il Signore vostro Dio vi ha dato.  14  Ecco io oggi me ne vado per la via di ogni abitante della terra; riconoscete con tutto il cuore e con tutta l'anima che neppur una di tutte le buone promesseche il Signore vostro Dio aveva fatto per voiè caduta a vuoto; tutte sono giunte a compimento per voi: neppure una è andata a vuoto.  15  Macome ogni buona parola che il Signore vostro Dio vi aveva detta è giunta a compimento per voicosì il Signore farà giungere a vostro danno tutte le sue parole di minacciafinché vi abbia sterminati da questo buon paese che il vostro Dioil Signorevi ha dato.  16  Se trasgredite l'alleanza che il Signore vostro Dio vi ha impostae andate a servire altri dei e vi prostrate davanti a lorol'ira del Signore si accenderà contro di voi e voi perirete prestoscomparendo dal buon paese che egli vi ha dato».

 

Cap. 24

3. LA GRANDE ASSEMBLEA DI SICHEM

 1  Giosuè radunò tutte le tribù d'Israele in Sichem e convocò gli anziani d'Israelei capii giudici e gli scribi del popoloche si presentarono davanti a Dio.  2  Giosuè disse a tutto il popolo: «Dice il SignoreDio d'Israele: I vostri padricome Terach padre di Abramo e padre di Nacorabitarono dai tempi antichi oltre il fiume e servirono altri dei.  3  Io presi il padre vostro Abramo da oltre il fiume e gli feci percorrere tutto il paese di Canaan; moltiplicai la sua discendenza e gli diedi Isacco.  4  Ad Isacco diedi Giacobbe ed Esaù e assegnai ad Esaù il possesso delle montagne di Seir; Giacobbe e i suoi figli scesero in Egitto.

 5  Poi mandai Mosè e Aronne e colpii l'Egitto con i prodigi che feci in mezzo ad esso; dopo vi feci uscire.  6  Feci dunque uscire dall'Egitto i vostri padri e voi arrivaste al mare. Gli Egiziani inseguirono i vostri padri con carri e cavalieri fino al Mare Rosso.  7  Quelli gridarono al Signore ed egli pose fitte tenebre fra voi e gli Egiziani; poi spinsi sopra loro il mareche li sommerse; i vostri occhi videro ciò che io avevo fatto agli Egiziani. Dimoraste lungo tempo nel deserto.

 8  Io vi condussi poi nel paese degli Amorreiche abitavano oltre il Giordano; essi combatterono contro di voi e io li misi in vostro potere; voi prendeste possesso del loro paese e io li distrussi dinanzi a voi.  9  Poi sorse Balakfiglio di Zipporre di Moabper muover guerra a Israele; mandò a chiamare Balaamfiglio di Beorperché vi maledicesse;  10  ma io non volli ascoltare Balaam; egli dovette benedirvi e vi liberai dalle mani di Balak.  11  Passaste il Giordano e arrivaste a Gerico. Gli abitanti di Gericogli Amorreii Perizzitii Cananeigli Hittitii Gergeseigli Evei e i Gebusei combatterono contro di voi e io li misi in vostro potere.  12  Mandai avanti a voi i calabroniche li scacciarono dinanzi a voicom'era avvenuto dei due re amorrei: ma ciò non avvenne per la vostra spadané per il vostro arco.  13  Vi diedi una terrache voi non avevate lavoratae abitate in cittàche voi non avete costruitee mangiate i frutti delle vigne e degli olivetiche non avete piantati.

Israele sceglie il Signore

 14  Temete dunque il Signore e servitelo con integrità e fedeltà; eliminate gli dei che i vostri padri servirono oltre il fiume e in Egitto e servite il Signore.  15  Se vi dispiace di servire il Signorescegliete oggi chi volete servire: se gli dei che i vostri padri servirono oltre il fiume oppure gli dei degli Amorreinel paese dei quali abitate. Quanto a me e alla mia casavogliamo servire il Signore».

 16  Allora il popolo rispose e disse: «Lungi da noi l'abbandonare il Signore per servire altri dei!  17  Poiché il Signore nostro Dio ha fatto uscire noi e i padri nostri dal paese d'Egittodalla condizione servileha compiuto quei grandi miracoli dinanzi agli occhi nostri e ci ha protetti per tutto il viaggio che abbiamo fatto e in mezzo a tutti i popoli fra i quali siamo passati.  18  Il Signore ha scacciato dinanzi a noi tutti questi popoli e gli Amorrei che abitavano il paese. Perciò anche noi vogliamo servire il Signoreperché Egli è il nostro Dio».

 19  Giosuè disse al popolo: «Voi non potrete servire il Signoreperché è un Dio santoè un Dio geloso; Egli non perdonerà le vostre trasgressioni e i vostri peccati.  20  Se abbandonerete il Signore e servirete dei stranieriEgli vi si volterà contro edopo avervi fatto tanto benevi farà del male e vi consumerà».

 21  Il popolo disse a Giosuè: «No! Noi serviremo il Signore».

 22  Allora Giosuè disse al popolo: «Voi siete testimoni contro voi stessiche vi siete scelto il Signore per servirlo!».

Risposero: «Siamo testimoni!».

 23  Giosuè disse: «Eliminate gli dei dello stranieroche sono in mezzo a voie rivolgete il cuore verso il SignoreDio d'Israele!».

 24  Il popolo rispose a Giosuè: «Noi serviremo il Signore nostro Dio e obbediremo alla sua voce!».

L'alleanza di Sichem

 25  Giosuè in quel giorno concluse un'alleanza con il popolo e gli diede uno statuto e una legge a Sichem.  26  Poi Giosuè scrisse queste cose nel libro della legge di Dio; prese una grande pietra e la rizzò làsotto il terebintoche è nel santuario del Signore.  27  Giosuè disse a tutto il popolo: «Ecco questa pietra sarà una testimonianza per noi; perché essa ha udito tutte le parole che il Signore ci ha dette; essa servirà quindi da testimonio contro di voiperché non rinneghiate il vostro Dio».

 28  Poi Giosuè rimandò il popoloognuno al proprio territorio.

4. APPENDICI

Morte di Giosuè

 29  Dopo queste coseGiosuè figlio di Nunservo del Signoremorì a centodieci anni  30  e lo seppellirono nel territorio di sua proprietà a Timnat-Serachche è sulle montagne di Efraima settentrione del monte Gaas.  31  Israele servì il Signore per tutta la vita di Giosuè e tutta la vita degli anziani che sopravvissero a Giosuè e che conoscevano tutte le opere che il Signore aveva compiute per Israele.

Le ossa di Giuseppe. Morte di Eleazaro

 32  Le ossa di Giuseppeche gli Israeliti avevano portate dall'Egittole seppellirono a Sichemnella parte della montagna che Giacobbe aveva acquistata dai figli di Camorpadre di Sichemper cento pezzi d'argento e che i figli di Giuseppe avevano ricevuta in eredità.  33  Poi morì anche Eleazarofiglio di Aronnee lo seppellirono a Gàbaa di Pincasche era stata data a suo figlio Pincassulle montagne di Efraim.




Google