logo
softwarehouse.it
Classici Greci
Classici Latini
Codici
Fiabe
Filosofia
Gialli
Letteratura Americana
Letteratura Argentina
Letteratura Cubana
Letteratura Francese
Letteratura Inglese
Letteratura Italiana
Letteratura Russa
Letteratura Spagnola
Letteratura Tedesca
Matematica
Poesia
Poesie Portoghesi
Religione
Storie Zen

premium
I libri di Readme su CD
Readme.it in English  Pagina Iniziale Readme.it in English  Home Page

Cerca un' opera

Pagina iniziale
Ricerca
Login
Nuovi autori
Forum
Chi siamo
Mappa del Sito
Guida interattiva


     readme.it by logo SoftwareHouse.it


Yoga Roma Parioli Spedizioni Raccomandate Roma
Filosofia della composizione in Poe

La ricerca della felicita' ed Epicuro

Leggi gratuitamente i testi consigliati:

< border="0" width="75%"> Epistola a Meneceo (Epicuro) italiano inglese

 

Invito alla lettura

“Un professore universitario andò a far visita ad un famoso maestro Zen. Mentre il maestro serviva tranquillamente il tè, il professore parlava sullo Zen. Il maestro riempì la tazza del suo ospite fino all’orlo, quindi continuò a versare. Il professore guardò la tazza strabordante fino a che non seppe più trattenersi e proruppe: “E’ troppo piena! Non ne entra più!” 
“Sei come questa tazza”, replicò il maestro, “Come posso mostrarti lo Zen se prima non svuoti la tua tazza?

La maggior parte delle storielle zen sono semplici, divertenti, sorprendenti, dicono tutto e niente e possono essere adattate a molte situazioni. Questa per esempio, mi ricorda molto la ricerca della felicità che ognuno compie durante la propria vita. Inseguiamo la felicità elemosinandola goccia a goccia, e poi, quando pensiamo di aver riempito il bicchiere fino all’orlo, dobbiamo nuovamente svuotarlo per riceverne ancora, in un tragicomico cerchio infinito.

Per il tema del mese proponiamo l'epistola a Meneceo di Epicuro, meglio conosciuta come la “Lettera sulla felicità”, che ha resistito a ventitré secoli di storia e ancora oggi ci comunica dei semplici segreti per essere felici. Se poi Epicuro sia Maestro o professore, sta a ciascuno deciderlo.

Buona lettura.

Simone Alessandria

Redazione di ReadMe