logo
softwarehouse.it
Classici Greci
Classici Latini
Codici
Fiabe
Filosofia
Gialli
Letteratura Americana
Letteratura Argentina
Letteratura Cubana
Letteratura Francese
Letteratura Inglese
Letteratura Italiana
Letteratura Russa
Letteratura Spagnola
Letteratura Tedesca
Matematica
Poesia
Poesie Portoghesi
Religione
Storie Zen

premium
I libri di Readme su CD
Readme.it in English  Pagina Iniziale Readme.it in English  Home Page

Cerca un' opera

Pagina iniziale
Ricerca
Login
Nuovi autori
Forum
Chi siamo
Mappa del Sito
Guida interattiva


     readme.it by logo SoftwareHouse.it


Yoga Roma Parioli Spedizioni Raccomandate Roma
Filosofia della composizione in Poe

La favola di Pinocchio

Leggi i testi consigliati:

< border="0" width="75%"> Pinocchio   Italiano  Inglese

Invito alla lettura

L’intramontabile Pinocchio ha ritrovato gloria nell’ultimo film di Roberto Benigni. Nel film come nel libro, la favola del burattino di legno, come molte altre grandi storie, ha diversi livelli di lettura.

Da un lato, la storia pura e semplice, dalla morale cristallina: bambini, studiate e siate diligenti, altrimenti vi troverete nei guai e sarete asini a vita. Fautore di questo monito urlato è il grillo parlante: personaggio antipatico, insopportabile, a tratti odioso. E ben si capisce perché Pinocchio lo schiaccia a martellate!

Eppure Pinocchio nasconde anche una metafora più sottile: è l’allegoria di ogni essere umano, che da burattino, legato e intrappolato da fili invisibili, vuole diventare Uomo. Si tratta di un cammino in salita, alla conquista di una nuova consapevolezza, di una vera e propria rinascita. In questo percorso si intrecciano personaggi di ogni genere: dall’infida volpe al simpatico ma sfortunato Lucignolo, al buon Geppetto.

E quando tutto sembra perduto, quando il paese dei balocchi ha sedotto inesorabilmente il burattino, quando Pinocchio scopre di non essere in grado di diventare Uomo, viene in soccorso la fata Turchina, il deus ex machina, l’altro, la guida, l’amico. Perché nessuno, neanche se animato dalle migliori intenzioni, può fare a meno dell’aiuto dell’altro. Ecco la differenza tra Lucignolo e Pinocchio. Ecco perché, pur avendo lo stesso buon cuore, Pinocchio diventa uomo, e Lucignolo rimane asino. Un vero capolavoro, questa favola, da gustare in ogni parola, in ogni immagine. Buona lettura.

 

Simone Alessandria

Redazione di ReadMe