logo
softwarehouse.it
Classici Greci
Classici Latini
Codici
Fiabe
Filosofia
Gialli
Letteratura Americana
Letteratura Argentina
Letteratura Cubana
Letteratura Francese
Letteratura Inglese
Letteratura Italiana
Letteratura Russa
Letteratura Spagnola
Letteratura Tedesca
Matematica
Poesia
Poesie Portoghesi
Religione
Storie Zen

premium
I libri di Readme su CD
Readme.it in English  Pagina Iniziale Readme.it in English  Home Page

Cerca un' opera

Pagina iniziale
Ricerca
Login
Nuovi autori
Forum
Chi siamo
Mappa del Sito
Guida interattiva


     readme.it by logo SoftwareHouse.it



Letture e viaggi

Letture e viaggi

Leggi gratuitamente i testi consigliati:

< class="standardpage" border="0" width="75%"> Tutti i viaggi di Readme italiano I viaggi di Gulliver italiano

Invito alla lettura

I viaggi: pochi di noi non ne hanno fatto almeno uno. Chi si immagina sdraiato sulla sabbia bianchissima di un'isola dall'acqua cristallina, magari all'ombra di una palma da cocco, chi invece armato di scarpe da ginnastica, cappellino per ripararsi dal sole, con al collo la fedele macchina fotografica, turista per caso tra i monumenti di una grande città. Cos'è un viaggio? Abbandonare il tram tram quotidiano per un completo relax, o andare alla scoperta di qualche posto mai visto, magari di una città ricca di monumenti artistici. Chi può dire di essersi perso in mare, senza sapere dove, e approdare in un'isola sconosciuta e popolata da abitanti alti poco più di un palmo come è successo a Gulliver? Il protagonista de "I viaggi di Gulliver" di Jonathan Swift . Forse non molti. Oggi le navi sono costruite con una tecnologia all'avanguardia, non si guardano più le stelle per tenere la rotta. Eh sì, la celebre Stella Polare, la più luminosa tra quelle presenti nella costellazione dell'Orsa Maggiore, è stata sostituita dai radar e dal computer; possiamo viaggiare sulle navi da crociera, bellissimi hotel galleggianti che in una atmosfera da sogno ci cullano da un continente all'altro. Magari il naufragio di Gulliver si sarebbe evitato se a bordo ci fosse stata una tecnologia all'avanguardia, non sarebbe stato costretto ad abbandonare la famiglia, anche se, non avrebbe mai scoperto Lilliput. Neanche con la mente.

Manuela Montanari

Redazione di ReadMe